Ernia iatale

Buongiorno Dottore, sono una donna di 58 anni e mi è stata diagnosticata l’etnia iatale, nonché gastrite cronica. Per sopperire al continuo reflusso e dolori allo stomaco prendo a periodi alternati pantoprazolo e gastrotuss. Come smetto di assumerli ritornano i sintomi, e a volte anche durante l’assunzione. Vorrei sapere se ci sono dei prodotti nella Fitoterapia che possono aiutami e abolire l’uso di farmaci della quale non sono felice di assumere. ( sono monorene) grazie e distinti saluti . Monica Vitelli

La risposta

avatar Altro Starbene Risponde x

Gentile signora , se desidera trattare il problema del bruciore gastrico con un prodotto naturale , le consiglio di assumere dopo il pasto una goccia di olio essenziale di Anice stellato -biologico ( se non è scritto biologico sull’etichetta non lo acquisti ) applichi al mattino sul Plesso solare 3 gocce di olio essenziale di YLANG-YLANG di prima distillazione miscelato con Olio di Calendula ( questo trattamento permette di distendere le fasce dello stomaco che sono la prima causa di tensione e di bruciore ) le consiglio anche di seguire un corso di MINDFULLNES ( meditazione per la vita sana ) per il problema dell’ernia iatale deve continuare con le cure mediche , non ci sono trattamenti naturali che la risolvono. tanti auguri e buona vita per lei Rosa Granzotto 

Domande correlate

Diastasi dei retti addominali

avatar Fisioterapia - Gabriele Pucciarelli Gabriele Pucciarelli

Gentile paziente, il risultato riabilitativo è legato al grado di diastasi e allo stato degli altri muscoli dell’addome. Le consiglio comunque un percorso riabilitativo non solo per la...

Vedi tutta la risposta

Dolore alla cervicale che non accenna a diminuire

avatar Fisioterapia - Gabriele Pucciarelli Gabriele Pucciarelli

Gentile paziente, la causa della sua cervicalgia può essere muscolare, dai sintomi che descrive. Sarebbe necessario però, una valutazione clinica per definirne con certezza la causa, visto che...

Vedi tutta la risposta

Quanto sarò alto ?

avatar Fisioterapia - Gabriele Pucciarelli Gabriele Pucciarelli

Gentile paziente, sì, secondo le tabelle di crescita c’è la possibilità che tu arrivi a 175cm. Saluti

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio