Emorragia addominale

buonasera. vorrei sottoporre alla Vs cortese attenzione la seguente vicenda. mia madre è stata operata per sostituzione di valvola cardiaca. All'inizio tutto bene. (pare) il medico riferisce che l'intervento è andato bene. tanto che è molto contento perché riferisce di averlo eseguito in sole 3 ore!! Noi parenti tutti felici di ciò. ovviamente. Dopo alcuni giorni iniziano tutta una serie di complicanze che a detta dei medici rientrano nel normale iter: 1) muco nei bronchi: glielo aspirano per ben due volte. 2) poco dopo liquido nei polmoni, a cui fanno seguito due ulteriori aspirazioni in cui la persona viene riperta a livello cuore polmoni 3) qui la cosa inizia a diventare sempre più complessa: Emorragie INTERNE a livello del duodeno per cui la paziente arriva ad avere ben 5 di emoglobina. arrivano le trasfusioni di sangue. due sacche. o tre non so bene la paziente, sempre la stessa, operata da pochissimi giorni al cuore viene sottoposta a due gastroscopie una dietro l'altra. Le fanno le suture. per fermare le emorragie. ora vi chiedo quanto può resistere una donna non più giovane a tutti questi interventi?? Non so come andrà a finire. Vorrei fare di tutto per aiutarla. È una Donna che ha fatto molti sacrifici per noi figli. Non oso e Non Voglio pensare al peggio.... ora si trova in un reparto di gastroenterologia di un ospedale. È senza flebo, non si può nutrire da sola perché nel frattempo le si sono gonfiati in maniera abnorme e preoccupante gli arti inferiori e superiori. Come possiamo aiutarla? quali sono i passi da fare e soprattutto, è meglio portarla in reparto di medicina interna? questo è il dubbio. perché i medici parlano di portarla in cardiologia ma la cosa non so perché non mi convince. Amo molto mia madre. Vi prego aiutatemi. grazie di cuore. Patrizia G. 4 gennaio 2021

La risposta

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Capisco il suo stato d’animo, ma la decisione di trasferirla in un reparto medico da una reparto chirurgico spetta ai sanitari della gastroenterologia, che, accertato che le cause degli edemi diffusi non dipendono da problemi conseguenti all’imponente sanguinamento gastro-duodenale, potranno disporne il trasferimento.

Domande correlate

Pallina dietro la nuca

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Non deve preoccuparsi, ma la evoluzione di queste tumefazioni (cisti sebacee o lipomi) può essere quella di infiammarsi e suppurarsi per cui a quel punto occorre farle incidere dal medico o...

Vedi tutta la risposta

Portatore di anemia e sincope

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Certamente, la anemia può predisporre ad una tendenza a cali pressori con sensazioni sgradevoli di capogiri e debolezza, ma quel che lei ha avuto rientra nell’ipotesi di una crisi di ansia...

Vedi tutta la risposta

Paura sangue dal naso

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Se continuasse questa epistassi dovuta a quella piccola crosticina che lei ha notato dovrà rivolgersi ad uno specialista ORL. Il fatto che abbia ingerito il sangue versato da quella crosticina non...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio