Ho affanno, tachicardia, fitte al petto

Da 6 mesi soffro di difficoltà a prender fiato, parlare, affanno, tachicardia, fitte al petto vicino al cuore e spasmi che mi bloccano addome e costole togliendomi l'aria per respirare per qualche secondo. Sono molto sensibile e ansiosa.il medico mi ha prescritto analisi sangue per capire, tutto ok tranne ferro basso, ho fatto una cura di sideral per 10 gg ma nessun miglioramento. Il medico mi ha prescritto controllo tiroide e conteggio tsh e ormoni,tutto regolare. Mi ha prescritto biancospino per la tachicardia ma ho dovuto sospendere perché peggiorava il tutto. Mi ha prescritto ecg e anche il cardiologo con gli esami e controllo petto ha escluso problemi al cuore. Sono stata dallo pneumologo per 1'anamnesi e controllo saturometria,tutto ok. Dice che i polmoni sono perfetti, ho avuto una crisi isterica davanti al medico per il dolore ma mi ha detto che dovrei sentire uno psicologo per capire se si tratta di ansia. Sono stata da un'analista che mi ha diagnosticato attacco di panico,ho fatto un percorso di 2 settimane di psicoterapia e yoga ma nessun miglioramento,la notte per dormire infatti devo prendere ansiolitici perché nessum antidolorifico mi aiuta. Quelle che nessun medico capisce è che a me l'ansia me la fa venire il dolore che è davvero invalidante e mi fa vivere male, non trovo pace in nessuna posizione, a volte seduto a volte in piedi a volte viene e va senza motivo,ma cosa potrebbe essere? Questa pressione all'addome che mi blocca il respiro e prende il cuore? Non ho bruciore o rigurgiti ma spesso nodo alla gola e sensazione di corpo estraneo, a volte muco in gola, sono stata anche dall'allergologo ma niente,mi è rimasto solo l'esame gastrico,non so più cosa fare. Ho letto di una sindrome gastrocardiaca ed esofagite che porta le mie problematiche, potrei averla? Conviene una radiografia? La prego mi aiuti a guarire. Ho solo 30 anni e mi ha rovinato la vita. Ho iniziato sedute di training autogeno che non riesco a terminare per il dolore, ho preso xanax e ho vomitato.Che devo fare?

La risposta

avatar Fisioterapia - Gabriele Pucciarelli Gabriele Pucciarelli

Gentile paziente, visto che tutte le analisi specialistiche non hanno riportato patologie, la situazione sembra complessa ma non preoccupante. Alcuni dei sintomi che dichiara (la sensazione di nodo alla gola) sono tipici dell’ansia. Sicuramente quindi continuare per un certo periodo il percorso con lo psicologo, come Le ha indicato il medico, potrebbe essere utile; ritengo due settimane di trattamento troppo poche per avere un’effettivo risultato. La sindrome gastro-cardiaca si presenta generalmente in persone con reflusso gastro-esofageo, sintomo che dichiara di non avere. E’ comunque di competenza del gastroenterologo diagnosticare tale sindrome (che comunque non è grave). Potrebbe essere utile controllare l’alimentazione, eliminare il fumo di sigaretta e iniziare a fare attività fisica. Faccia comunque riferimento al Suo medico. Saluti

Domande correlate

Dolore intenso muscolo braccio dx.

avatar Fisioterapia - Gabriele Pucciarelli Gabriele Pucciarelli

Gentile paziente, in causo di trauma, il protocollo da seguire è sempre: protezione della zona dolorante (bendare la zona con un bendaggio compressivo), riposo (sono consentiti movimenti minimi e...

Vedi tutta la risposta

Uso domestico degli ultrasuoni

avatar Fisioterapia - Gabriele Pucciarelli Gabriele Pucciarelli

Gentile paziente, è sempre consigliabile, nell’uso degli apparecchi elettromedicali, affidarsi ad un professionista del settore. Sarebbe utile capire innanzitutto la causa dei Suoi dolori...

Vedi tutta la risposta

Lividi e dolori articolari

avatar Fisioterapia - Gabriele Pucciarelli Gabriele Pucciarelli

Gentile paziente, i dolori che ha percepito il giorno dopo l’attività vengono chiamati DOMS (Dolore Muscolare ad Insorgenza Ritardata), e sono il segno di un sovraccarico muscolare, legato...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio