Chemioterapia liquida

Salve,a mio padre è stato diagnosticato un tumore al fegato,dato che aveva preso le 2 arterie,gli è stato praticato un piccolo intervento di chemio liquida entrando dall'inguine e sono riusciti a staccarlo dalle arterie del fegato,ora a breve dovrà subire un intervento di circa 8 ore per rimuovere il resto del tumore.Il problema è che ha distanza di 10 GG che è uscito dopo il primo intervento,la sera ha sempre febbre e si sente sempre stanco,la mia domanda è questa:dipende solo dal fatto che la chemio è ancora in circolo?Quando passeranno questi effetti o per lo meno,diminuiranno?Grazie di cuore

La risposta

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

L’intervento eseguito ha la funzione di escludere la massa tumorale dalla irrorazione sanguigna, ma il tumore, come lei ha giustamente riferito, dovrà essere ancora asportato. La sintomatologia riferita potrebbe essere in relazione a questa fase della terapia e quindi si risolverà con l’intervento chirurgico.

Domande correlate

Pressione dello stomaco verso l'alto

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

Mi sembra opportuno effettuare una ecografia addominale.

Vedi tutta la risposta

Sospetta Appendicite?

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

Un processo infettivo/infiammatorio di sicuro c’è stato e non possiamo sapere se era a carico della appendice o dell’intero colon/cieco. In questo momento io non interverrei...

Vedi tutta la risposta

Graphites 9ch

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

Si tratta di un rimedio omeopatico ed io non mi giudico all’altezza, per studi ed esperienza nel settore, per poterla consigliare in materia.

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio