Ansia/timore da prestazione……il pene stimolato dalla mia partner si irrigidisce e poi si a smoscia poi si smolla

Cortesemente professore desideravo un suo parere circa l'oggetto della mia questione...sono una persona di sana costituzione fisica sessant'enne che gode di ottima salute...nei preliminari del rapporto sessuale con la mia compagna vengo stimolato e il pene si irrigidisce per la penetrazione...subito poco dopo si affloscia...ho paura di non riuscire nel farla godere e pertanto non riesco a penetrarla... a volte a sua insaputa prendo anche del Cialis sperando che ciò non accada, ma invece ciò nonostante succedde...forse è un discorso psicologico che mi blocca,non capisco... gradirei una sua risposta circa ciò, vista la sua professionalità...la ringrazio anticipatamente se può dedicarmi del tempo...mille grazie!!

La risposta

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Direi che è evidente una sola causa psicologica, senza nulla di organico. Si tratta di una impotenza legata solo alla penetrazione, e certamente ha la sua importanza l’attenzione che Lei pone al piacere della Sua partner. Occorre abbassare il livello di ansia, trovare soluzioni alternative al raggiungimento dei reciproco piacere e verificare se la situazione si modifica o scompare del tutto. Nel caso ciò non accadesse occorre un approfondimento psicologico.

Domande correlate

Eiaculazione precoce

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Posso immaginare che alla base del problema ci sia una evidente ansia, magari non solo legata alla prestazione ma che investe tutto la tua quotidianità. Senza porti subito l’obiettivo della...

Vedi tutta la risposta

Si può rimanere incinta senza eiaculazione interna?

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Da quello che leggo mi pare che non vi sia alcun segnale di gravidanza: piuttosto direi che varrebbe la pena, se il problema persiste, di contattare un ginecologo.

Vedi tutta la risposta

Pqura contagio hiv o epatite

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Non credo che la circostanza rappresenti un pericolo reale. Nel caso persistano però i Suoi dubbi, si rivolga al Suo ginecologo che provvederà, se riterrà il caso, a fare gli accertamenti...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio