Ansia da prestazione sessuale

Salve, Io soffro d'ansia da prestazione sessuale e credo che in parte sono io a causare la mia stessa ansia. Purtroppo attraverso lunghi periodi in cui non esco con nessuna ragazza che mi piace davvero. Pur di non rimanere fermo dal punto di vista sessuale esco con tante ragazze che non mi prendono né dal punto di vista fisico nè da quello mentale. Ci esco solo per fare sesso una volta o due. Se non fosse per la mia fissa devo dire che neanche ci uscirei perché non mi danno nessuno stimolo a frequentarle. Detto ciò, credo di aver sempre sofferto di un pò di ansia le prime volte quando non conosco qualcuna però con le persone che mi piacciono davvero non ho problemi e se vi è una minima ansia è forse più dovuta a fallimenti pregressi. Insomma questa cosa mi capita maggiormente con la categoria di persone che in realtà non mi piacciono. Cerco di superare il problema con dei trucchi. Anzitutto a volte mi aiuto con il viagra, mi do ai preliminari e dico che inizialmente preferisco non fare sesso e fare più preliminari. Questa ultima cosa in qualche modo rimuove molto aspettativa dalle mie spalle e spesso ho una erezione. Sembra che il fatto che lei si aspetti che dobbiamo farlo mi inibisca. L'ansia poi fa in modo che io sia più concentrato sulle mie paure e sul fallimento che nel godermi il momento..credo che il problema c'è. Credo però di contribuire a causarlo anche io. Volevo appunto chiederle, quanto è normale faticare ad avere un erezione se non si è di fatto presi né fisicamente né mentalmente da una persona? Una parte di me dice qualcosa tipo "grazie che hai difficoltà". Vorrei cercare di vivere il sesso con più tranquillità in generale. Anche con ragazze da cui non sono attratto. Vorrei viverlo come un momento di rilassatezza e non come un esame da togliere di mezzo il prima possibile. Non voglio che i miei fallimenti (che a volte capitano) intacchino la mia autostima ingigantendo il problema. Ho addirittura pensato di usare un ansiolitico per calmarmi sperando faccia effetto. Lei in generale come vede tutta questa situazione e cosa mi consiglierebbe per migliorare le cose? Grazie

La risposta

avatar Sessuologia - Gabriele Traverso Dott. Gabriele Traverso

Pensare che il desiderio sessuale possa esserci anche in mancanza di interesse erotico (o anche solo vagamente sentimentale) è un azzardo. Giustamente, la reazione sessuale si avvia quando esistono stimoli al proprio desiderio, quindi inutile gestire un’ansia che in questo caso non ha alcun ruolo. I fallimenti, purtroppo, esistono, e dipendono da vari fattori, non necessariamente patologici. Non può pensare di essere una macchina del sesso sempre pronta, e difatti non è così. Io Le consiglierei di essere più selettivo e quando manca interesse meglio fare altro. Ma se proprio pensa che ci siano problemi, provi a consultare un bravo sessuologo, direttamente, e magari potrà avere risposte diverse dalle mie: anche se dubito che il quadro possa essere diverso.

Domande correlate

Ansia e paura prima di un rapporto sessuale

avatar Sessuologia - Gabriele Traverso Dott. Gabriele Traverso

Credo che sia una delle conseguenze della separazione da Sua moglie. Probabilmente la situazione non è stata ancora elaborata e di conseguenza si manifesta una resistenza ad un nuovo rapporto....

Vedi tutta la risposta

Base del preservativo

avatar Sessuologia - Gabriele Traverso Dott. Gabriele Traverso

Nulla può uscire dal preservativo, se indossato correttamente.

Vedi tutta la risposta

Rossore sul glande?

avatar Sessuologia - Gabriele Traverso Dott. Gabriele Traverso

Possibile una infezione superficiale, ma l’unica soluzione certa è una visita medica diretta che possa constatare l’origine del problema.

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio