Al dott. Gabriele Traversi come risposta

Buongiorno dott. Gabriele, ma quando lei mi dice: " deve anche accertarsi che il terapeuta abbia precise competenze considerando il quadro clinico ormai appurato" che cosa intende? Perché io le dico in verità che sono già stato per sei mesi circa in terapia con uno Psicoterapeuta cognitivo comportamentale ma non mi sono trovato tanto bene. Ora la Psicoanalista che mi sta seguendo e anche la mia Psichiatra dicono che io ho la tendenza a scappare, a voler cambiare spesso terapeuta, a voler trovare un terapeuta "magico" e che questo è un mio modo sbagliato per stare meglio perché mi dicono che continuando a cambiare non costruisco nessuna relazione significativa col terapeuta per farmi aiutare e poter stare meglio. Queste loro cose in buona parte le approvo, nel senso che è vero che io ho cambiato spesso terapeuta perché dopo qualche mese non sentivo beneficio e quindi avevo paura di buttare via soldi per qualcosa che non mi stava aiutando, da un'altra parte io vorrei sentire dopo qualche mese dei piccoli passi in meglio, invece i terapeuti che mi seguono mi dicono che per la mia psicopatologia piuttosto seria c'è bisogno di tempo e pazienza, e che in soli 5/6 mesi non si può costruire nulla, ci vuole almeno un anno per vedere i primi segnali, per capire se la terapia sta funzionando un pochino o meno, questo è ciò che mi ha detto la mia Psicoanalista. Quindi, da una parte, io ora sono combattuto se darmi la possibilità di continuare con lei per ancora un po' di tempo, utilizzando buona parte del mio esiguo stipendio, per vedere se riesco a dare un po' di fiducia a questa terapeuta e alla possibilità di stare meglio e di costruire qualcosa con questa psicoanalista, o se invece scappare e cercare qualcosa di diverso, che non so anch'io al momento cos'altro sia. Ho paura di fare la scelta sbagliata.

La risposta

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Se non ci sono alternative precise come psicoterapeuta, vale la pena, stavolta, fermarsi e aspettare ancora qualche mese. Non guardi solo gli esiti, si fidi della Sue sensazioni e se sente una minima fiducia nella collega, continui con impegno e scrupolo.

Domande correlate

Cosa è l’ossessione? Differenza tra amore e ossessione?

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

L’ossessione è un pensiero fisso, polarizzato e ingestibile, verso una persona o una specifica situazione. In particolari condizioni, è elemento per una valutazione clinica ed eventuale...

Vedi tutta la risposta

Curiosita

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Domanda che come molte altre non ha alcuna risposta!!!

Vedi tutta la risposta

Ossessione

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Ci sono vari orientamenti sessuali, etero, omo o bi. Quindi, fin qui nulla di strano. Dipende però molto dall’età, perché se Lei è molto giovane, potrebbe essere una fase della vita in...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio