hero image

Mascara: tutto ciò che c’è da sapere

Dalle tecniche di utilizzo alla scelta del tipo giusto, le dritte per usare al meglio il trucco più antico del mondo

iStockPhoto



di Alessandra Montelli

È in assoluto il cosmetico più venduto, quello del "mai-senza" e probabilmente il primo ad essere usato quando si è poco più che bambine. Diego Dalla Palma sostiene da sempre che, insieme al fondotinta e al rossetto, il mascara trasforma letteralmente le donne. Ma se il fondotinta può essere sostituito da un buon correttore, il rossetto da un burrocacao, il mascara resta unico. Capace di aprire lo sguardo come "lui" non ce n'è. E, soprattutto, hai mai notato come anche il trucco occhi più bello sembra sbiadito senza aver infoltito o allungato le ciglia?


Come sceglierlo

I criteri di partenza sono 2: le tue ciglia e lo scovolino. Partiamo dal secondo: ad ogni scovolino corrisponde un bisogno estetico. Ad esempio: lo scovolino grosso è per infoltire le ciglia, quello sottile per allungarle e così via. I tester in profumeria permettono di vedere la forma dello scovolino. Per essere precise:

Scovolino sottile: è adatto alle ciglia corte, perché le pettina più agevolmente in lunghezza. Di solito sulla confezione c'è scritto mascara allungante. Contiene delle fibre di nylon che aggiungono qualche millimentro alle ciglia, rendendole letteralmente più lunghe.

Scovolino curvo: è tipico del mascara incurvante, adatto alle ciglia dritte che hanno bisogno di essere "direzionate" verso l'alto. Ha una forma ad arco che abbraccia perfettamente la forma delle ciglia, e le accompagna bene verso le sopracciglia. Di solito i mascara incurvanti sono ricchi di cere modellanti che aiutano a fissare la curvatura creata ad arte per tutto il giorno.

Scovolino pieno: è quello ricco di setole, adatto a infoltire le ciglia. Perfetto per chi cerca il volume. Purtroppo non è adatto a chi ha le ciglia corte, perché le impiastriccia, dato che è ricco di cere infoltenti.


Come metterlo

Non basta pettinare: la tecnica giusta dipende dagli effetti che si vuole ottenere.
Per volumizzare le ciglia, applica il mascara con un movimaento a zig zag che serve a conferire pienezza alle ciglia. Con la punta dello scovolino pettina le ciglia in verticale. Questo è il modo migliore per aprire lo sguardo.

Per allungare le ciglia, passa il mascara velocemente, cercando di partire il più possibile dalla radice delle ciglia. Dopo aver eseguito 3-4 movimenti rapidi, lascia asciugare e ripeti l'operazione per la seconda volta, cercando questa volta di essere più lenta e accompagnare le ciglia verso l'alto.

Per incurvare le ciglia, parti dall'attaccatura precisa con un movimento deciso, come se volessi appunto piegare le ciglia. Pettinale con lentezza fermandoti qualche secondo per fissare l'operazione di "incurvamento". Ripeti l'operazione senza lasciare asciugare il mascare.

Gli scovolini descritti prima sono studiati dalle case cosmetiche per effettuare tutti questi movimenti.


INCI: come leggere l'etichetta

Di solito i mascara sono formulati dai seguenti ingredienti: polimeri che rendono flessibile la texture, siliconi che aumentano la sua durata lungo la giornata, cere per farlo aderire meglio alle ciglia e pigmenti.

Il colore nero è dato dal "carbon black", il marrone dall'ossido di ferro, il violetto e il blu dal manganese e il verde dagli ossidi di cromo.

Altri ingredienti contenuti nella formula dei mascara sono: fibre derivate dalla seta, nylon o cheratina per aumentare il volume e la lunghezza delle ciglia. Per migliorare la capacità di modellare le ciglia propria del mascara, si usano delle gomme naturali. I polisaccaridi estratti da alghe vengono invece usati per idratare. Le ceramidi e i precursori della vitamina B sono impiegati per riparare e proteggere le ciglia, mentre per favorirne la crescita, si utilizza la Biotina (vitamina H).


Allergie e irritazioni

Per scongiurarle, l'ideale è ricorrere a un mascara oftalmologicamente testato e provato contro le allergie. Deve essere inoltre privo di profumo e soprattutto privo di Thimerosal: è un conservante che procura irritazioni, oggi fortunatamente in disuso.

Leggi anche

Make up: come fare il trucco di primavera

Contorno occhi: perché invecchia prima?

Il benessere quotidiano parte dagli occhi