A A
hero image

Seno: quando fare la prima visita?

I controlli vanno iniziati da giovani anche se non si ha familiarità per il tumore

credits: iStock



0

La visita senologica è un appuntamento utile per aiutare le donne a prendere confidenza con una parte importante del proprio corpo, a conoscerla e a non averne paura: condizioni indispensabili per poi sottoporsi ai necessari controlli strumentali », spiega la professoressa Adriana Bonifacino,dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma.

«Sia chiaro, non serve per la diagnosi precoce, nel senso che non smaschera le lesioni maligne al loro esordio (questo compito è affidato alla mammografia e all’ecografia). Può individuare noduli di circa un centimetro (quindi non in fase iniziale) in seni piccoli, ma in quelli grandi è più difficile che possa “sentire” qualcosa che non va», aggiunge la nostra esperta. Ecco dunque quando farla.


DAI 25 ANNI PER TUTTE

«Soprattutto per le donne che prendono un anticoncezionale orale. Lo specialista valuterà se effettuare periodicamente anche un’ecografia, che diventa veramente utile dopo i 30 anni perché gli estrogeni del farmaco possono favorire la crescita di noduli», puntualizza la nostra esperta, che è anche presidente di IncontraDonna onlus. Nel sito dell’associazione (incontradonna.it) puoi scaricare un Vademecum della salute con informazioni dettagliate sulla prevenzione.


PRIMA SE NOTI UN DIFETTO

«Al medico ci si deve poi rivolgere, indipendentemente dall’età, tutte le volte che si vede un’irregolarità della forma o dell’aspetto della mammella, se ci sono secrezioni dal capezzolo, se la pelle è infiammata. Non sono necessari, invece, controlli ravvicinati o anticipati se la mamma ha avuto un cancro della mammella», afferma la nostra esperta. «I tumori ereditari rappresentano solo il 10-12% del totale. E non c’è alcuno studio scientifico che, in caso di familiarità, dica di intensificare le visite e i controlli prima dei 35-40 anni (quando andrebbe programmata la prima mammografia).


LA PREVENZIONE SI FA IN TRENO

➔  Continuerà fino al 20 di questo mese la campagna Frecciarosa, promossa da Trenitalia e IncontraDonna onlus.

➔  A bordo di 2 treni, sulla linea Milano-Roma, medici specialisti offriranno consulenza gratuita e visite senologiche su richiesta.

➔  Volontarie di Incontra Donna saranno invece presenti su altri convogli e nei Freccia Club di Milano Centrale e Roma Termini.

➔  Nelle stazioni di Bari Centrale (venerdì 16) e Napoli Centrale (martedì 20) si terranno, infine, incontri aperti al pubblico e ci saremo anche noi di Starbene.


Fai la tua domanda ai nostri esperti


Articolo pubblicato sul n.43 di Starbene in edicola dal 13/10/2015

Leggi anche

Mammografia: indispensabile per la diagnosi precoce

Tumore al seno: si può non operare?

Tumore alla prostata e fumo

Germogli di broccoli contro il cancro al seno

Pubblica un commento