A A
hero image

Bacche di goji, mango, noci & co: i superfrutti amici della pelle

Ma anche mirtilli, susine e albicocche. Sono ottimi per fare il pieno di principi attivi. Scopri la ricetta per migliorare la difesa della pelle

Foto: iStock



0

Fatti un bel "tagliando" tutto naturale e metti a punto il tuo organismo come un meccanismo ben oliato: il mondo vegetale mette a tua disposizione molti supercibi benefici che fanno al caso tuo. Mangia superfrutti come bacche di goji, noci e nocciole, ma anche susine e albicocche, per fare il pieno di principi attivi che rendono bella la pelle, migliorandone circolazione ed elasticità.


PERCHÉ I SUPERFRUTTI TI FANNO BENE
La frutta fa bene, si sa. Ma esistono alcuni frutti che sono quasi una clinica della bellezza messa a tua disposizione da Madre Natura. «I mirtilli, i lamponi, le susine e l’uva rossa, per esempio, sono ricchi di bioflavonoidi, sostanze che aiutano la circolazione dei piccoli vasi sanguigni, con benefici per le pareti dei capillari e conseguenze positive su cellulite e couperose», sottolinea la dietologa Diana Scatozza. Albicocche, mango e bacche di goji, invece, sono ricchissimi di betacarotene che protegge la pelle dai danni di sole e inquinamento. «Questi frutti mantengono tutta la loro ricchezza di sali minerali anche quando sono essiccati», fa presente l’esperta. Noci, mandorle, pinoli, nocciole e frutta secca in genere sono poi fonti preziosissime di acidi grassi Omega 6, che l’organismo non produce da sé ma può assumere solo attraverso l’alimentazione e che alleviano eczemi e dermatite atopica; sono anche ricchi di rame e selenio, ottimi antirughe in quanto favoriscono la produzione di collagene.


Ecco una delle ricette con barbabietole pubblicate sul ricettario
La cucina naturale di Starbene, realizzato in collaborazione con Olio Cuore, in allegato con il n° 16 del magazine in edicola il 5 aprile 2016. 


CROSTATA CON MARMELLATA DI MANGO E BACCHE DI GOJI - LA RICETTA

Ingredienti per 6 persone: 170 g di farina 0 - 110 g di margarina a pezzetti - 60 g di zucchero - ½ limone non trattato - 300 g di confettura di mango - una manciata di bacche di goji
1) Metti in ammollo in acqua le bacche di goji. Prepara la pasta frolla. Disponi la farina a fontana e aggiungi al centro la margarina, fredda di frigo, e lo zucchero. Impasta con la punta delle dita cercando di essere abbastanza rapida per non scaldare troppo il composto. Grattugia la scorza del limone e prosegui a lavorare l’impasto, più energicamente via via che si compatta. Forma un panetto, avvolgilo in pellicola e fallo riposare in frigo per un paio d’ore.
2) Estrai la pasta frolla dal frigo e impastala velocemente. Con il mattarello, tirala allo spessore di 1/2 cm e adagiala all’interno di una tortiera rotonda (circa 24 cm). Rifila l’eccesso, bucherella il fondo con una forchetta e distribuisci la confettura. Se ti piace, impasta i ritagli per ottenere decorazioni (roselline, foglie) da cuocere su una placchetta a parte, oppure rotolini con cui fare la classica griglia, da disporre sulla confettura prima di infornare la crostata.
3) Cuoci la crostata a 160 °C per 35-40 minuti, finché il bordo appare dorato. Una volta sfornata, lasciala raffreddare completamente, trasferiscila in un piatto da portata e decora con le bacche di goji.


L'IDEA IN PIÙ: LA MARGARINA DI SOIA
Questa crostata diventa più sana, più buona e più amica della pelle se la margarina la prepari tu, a base di soia. Basta che mescoli nel bicchiere del frullatore 60 g di lecitina di soia e 60 g di latte di soia. Lascia riposare un’ora, poi aggiungi 250 g di olio di semi di girasole spremuto a freddo e frulla, aggiungendo lentamente 250 g di latte di soia. La puoi conservare in frigo per 15 giorni.

Qui puoi scaricare il pdf del ricettario La cucina naturale di Starbene

La cucina naturale di Starbene

Semi di quinoa & co per regolare gli zuccheri

Funghi, il supercibo salvacuore

Barbabietole, il supercibo per depurarsi

Cavoli & co, la protezione contro il tumore

Leggi anche

Bacche di Goji: fonte di giovinezza

La papaya giapponese è il frutto del benessere

Frutta secca e semi: golosi e salutari

Frutti rossi: piccole golosità salutari

Pubblica un commento