A A

4 cibi antiage da mangiare (e riciclare)

Portati in tavola sono un elisir di giovinezza ma puoi anche usarli per tingere i tessuti, preparare una maschera di bellezza o innaffiare le piante



0

LE FRAGOLE

Portale in tavola perché

«Ricchissime di Vitamina C, hanno elevate capacità antiossidanti, quindi combattono le rughe e funzionano come una crema antiage. Ma sono anche piene di ferro, fosforo, calcio e magnesio», afferma Giorgio Fabbro, biologo, nutrizionista e vegan coach. «Minerali preziosi per il controllo del colesterolo e dei trigliceridi. Inoltre questi frutti contenengono acido salicilico, che migliora la fluidità e la pressione sanguigna, e acido ellagico, che è un antitumorale naturale»


Prepara un burro di cacao

In un pentolino a bagnomaria fai scaldare 4 fragole mature con un po' d'acqua e falle diventare una poltiglia morbida. Filtrale con un colino per eliminare i semini e rimetti sul fuoco con 5 gocce di cera d'api (le trovi nelle erboristerie o su Internet) e 2 cucchiai di burro di Karité. Fai sciogliere il tutto a bassa tempertaura e poi trasferisci in un  contenitore pulito di un vecchio burro di cacao o in un piccolo vasetto di vetro. Fai raffreddare e voilà. Il tuo emolliente labbra è pronto.


Fai la tua domanda agli esperti


GLI ASPARAGI

Portali in tavola perché

«Sono ricchi di vitamina A, C, E, K (indispensabili per la salute delle ossa e per l'elasticità della pelle, tanto per per citare due tra le caratteristiche più importanti) e del gruppo B tra cui l'acido folico fondamentale per la produzione dei globuli rossi (in sinergia con la vitamina B12 presente nell'organismo)», consiglia Giorgio Fabbro, biologo, nutrizionista e vegan coach. «L’asparago contiene anche minerali importanti come fosforo, calcio, potassio, magnesio e selenio, validi alleati antitumorali e antinfiammatori e utili nella prevenzione di malattie come ipertensione, osteoporosi e disturbi cardiovascolari. Infine abbondano di glutatione e asparagina, sostanze che favoriscono la depurazione dell'organismo dai radicali liberi e si comportano da “diuretico naturale”, permettendo all'organismo un ottimale equilibrio elettrolitico e il mantenimento di un adeguato livello della pressione sanguigna».


Concima le piante

Lo sapevi che l'acqua di cottura è un efficace fertilizzante per i tuoi fiori sul balcone o per il terreno del tuo giardino? Dopo aver bollito gli asparagi, conserva l'acqua e falla raffreddare. Poi innaffia le tue piantine: sarà un ottimo ricostituente di primavera

Fai la tua domanda agli esperti





IL MELOGRANO

Portalo in tavola perché

«È ricco di antiossidanti che contrastano i radicali liberi responsabili di invecchiamento, stress e processi degenerativi e infiammatori (e che aumentano il rischio di sviluppare molti tipi di tumore). È anche una fonte importante di antocianine, acido ellagico, vitamina C, vitamina K, vitamine del gruppo B e vitamina A, sostanze in grado di combattere l'invecchiamento cellulare e potenziare il sistema immunitario», avverte Giorgio Fabbro, biologo, nutrizionista e vegan coach. «Inoltre, i minerali di cui è dotato (potassio, ferro, magnesio e calcio) rinforzano le ossa e i muscoli e prevengono le malattie cardiovascolari, anemia e ipertensione».


Tingi i tessuti

Fin dall'antichità il succo di melograno viene utilizzato per colorare la stoffa in modo naturale. Ecco le istruzioni del blog melogranando.com:

Pesa il materiale che avete scelto per tingere e calcolate due volte e mezzo il peso in melagrane intere (es. 100 g di tessuto: 250 g di melagrane). Spezzettate le melagrane, aggiungete acqua e fate un decotto per 30 minuti. Poi filtrate il tutto.

Sciogliete 20 g di allume e 5 g di cremor tartaro (sale di potassio dell’acido tartarico) in un po’ d’acqua calda e aggiungeteli all’estratto di melograno.

Immergete il materiale da tingere ben bagnato e fatelo bollire per 45 minuti. Lasciate intiepidire nel bagno. Estraete, sciacquate e asciugate.


Fai le tua domande agli esperti

L’AVOCADO

Portalo in tavola perché

«È ricco di antiossidanti, che inibiscono la produzione di radicali liberi e rallentano l’invecchiamento cellulare. Contiene la vitamina A ed E, fondamentali non solo per rinforzare il sistema immunitario e prevenire le malattie cardiovascolari, ma anche utili per mantenere l’elasticità della pelle. Inoltre è dotato anche di vitamina D, che aiuta ad assorbire il calcio e il fosforo, minerali utili a prevenire artrosi e osteoporosi», spiega Giorgio Fabbro, biologo, nutrizionista e vegan coach. «È anche un potente antinfiammatorio, grazie a sostanze come i flavonoidi, i carotenoidi, i fitosteroli e gli acidi grassi omega 3 che aiutano a ridurre l’infiammazione di tessuti, muscoli e articolazioni». 


Prepara una maschera idratante e lenitiva

Prendi un avocado molto maturo e mescolalo insieme a un cucchiaio di olio extravergine di oliva,  un cucchiaio di mandorle e un cucchiaino di limone. Impasta bene il tutto con un cucchiaio di legno in modo da ottenere un impacco denso. Stendilo sulla pelle del viso evitando il contorno occhi e tieni in posa per 20 minuti. Poi sciacqua bene e... sentirai che pelle liscia e levigata!


Fai le tue domande agli esperti


Vuoi preparare uno scrub a costo zero? Dopo aver sgranato il melograno, prendi la buccia e strofinala delicatamente sulla pelle sotto la doccia. Poi sciacqua bene per levare i residui e vedrai: è più delicato del guanto di crine e nutre la pelle.

leggi anche

I cibi amici della pelle

Cura le tue carenze con i cibi ok

Pubblica un commento