Femminicidio e stalking, il giro di vite del governo

Arresto obbligatorio in flagranza di maltrattamento familiare e stalking, mandato alle forze di polizia di tenere fuori casa e impedendo che si riavvicini il coniuge violento, permesso di soggiorno per motivi umanitari agli stranieri che subiscono violenze. Sono alcuni dei punti del decreto contro il femminicidio e lo stalking, approvato dal governo