Si può prendere escitalopram per sempre?

Buon giorno sono una ragazza di 37 anni.da 18 inizio avere problemi con attacchi di panico curati con sereopin x 5 anni ogni volta che il medico provova a interrompere la medicina ricadevo di nuovo e dovevo riprenderla.poi dopo 7 anni finisco la cura sto bene e nel 2018 in vacanza attacco fi panico con malessere generale senso di ubriachezza e astenia.mi prescrivono la cura con escitalopram la faccio x un anno e stando bene il medico me la fa smettere.dopo 9 mesi inizio a ristare male malessere generale pseudo vertigini e senso di ubriachezza e debolezza analisi del sangue tutto nella norma accertamenti vari tutti ok.il neurologo all'ultima visita di ieri mi ha detto che visto le recidive che ho avuto negli anni è bene che io ricominci la cura con escitalopram e lascio per sempre una piccola dose x stare bene in quanto produco poca serotonina e questo mi fa stare male.mi ha fatto il paragone come chi ha bisogno della pillola del colesterolo o chi prende quella per la pressione.chiedo un parere su questo ossia se visto il mio trascorso è necessario che io faccia la cura x sempre x avere livelli serotonina che mi faccia stare bene.sono proprio avvilita da questa situazione chiedo un consulto grazie mille

La risposta

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Cara lettrice, in generale è vero che se le ricadute avvengono ripetutamente alla sospensione delle cure è consigliabile una terapia di mantenimento a basso dosaggio come prevenzione. Se non avesse già seguito una psicoterapia comportamentale cognitiva potrebbe essere una valida strada alternativa da percorrere. Cordiali saluti

Domande correlate

Tempistica.

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Cara lettrice, ovviamente non posso darle un consiglio specifico non conoscendo in maniera approfondito il suo caso. In generale, se una persona soffre per gli attacchi di panico e...

Vedi tutta la risposta

Ha senso avere speranza?

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Caro ventenne, è importante parlarne con un medico psichiatra che saprà indirizzata correttamente e valutare se alla base vi sia un problema depressivo o ansioso e un problema psicologico da...

Vedi tutta la risposta

Farmaci per depressione grave in sindrome bipolare

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Caro lettore, esistono diversi farmaci alternativi alla sua terapia, è fondamentale discuterne con il medico che la sta seguendo per valutare l’opportunità di cambiare e la scelta...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio