Sciatalgia da ernia lombare e diarrea

Buongiorno, circa 3 anni fa, in seguito ad un primo acuto episodio di sciatalgia, ho scoperto di avere un'ernia lombare (L5-S1). Grazie ad accurate terapie farmacologiche (fiale di voltaren + bentelan), fisioterapiche ed all'agopuntura, si sono successivamente ripresentati solo 3 episodi, subito trattati e rimasti ad un livello lieve e non invalidante. Da qualche mese vivo all'estero per lavoro e quando 10 giorni fa si è presentato un nuovo episodio (correlato certamente a un forte stress) non ho avuto modo di seguire, se non parzialmente, le terapie abituali (ad esempio le iniezioni di cortisone non le fanno e l'agopuntura ha costi proibitivi). Sulle iniezioni di voltaren (diclofenac 75 mg/3 ml) i 2 medici consultati sono di pareri alquanto diversi: per uno dovrei farne una al giorno per 5 giorni (oggi è il secondo), per il secondo non dovrei superare la dose di 2 fiale al mese! Intanto mi hanno prescritto una terapia orale a base di naprozene sodico in formulazione da 500 mg (2 al giorno a stomaco pieno per 5 giorni), che però vorrei evitare, sia perchè la mia storia medica dimostra che traggo maggior beneficio dalle iniezioni combinate (bentelan + voltaren) che dalle terapie orali, sia perchè soffrendo di reflusso gastrico queste ultime non sono indicate (considerando che ho già gestito i primi 7 giorni di dolore con Patrol e Muscoril, prescritti dal mio medico in Italia in caso di bisogno, ma NON per uso continuativo) e solo successivamente all'inasprirsi del dolore mi sono rivolta ai medici locali per le iniezioni. Sono molto preoccupata perchè, nonostante la settimana di terapia orale ed i 2 giorni di iniezioni, il dolore non si attenua e mi limita in quasi tutti i più semplici movimenti quotidiani, che devo fare con aiuto (alzarmi dal letto, sedermi, andare in bagno, camminare senza strisciare i piedi...). Inoltre da 3 giorni, pur limitandomi a bere acqua e te caldo e a mangiare solo un poco di riso e patate bollite, ho un forte dolore addominale con gonfiore, crampi e dissenteria, credo causati dalla pressione del dolore lombare sui muscoli del controllo sfinterico, e le due cose si stanno alimentando a vicenda, rendendomi la vita insopportabile! A vostro parere, quale sarebbe la terapia corretta in fase acuta (appena in grado di uscire mi cercherò un bravo fisioterapista privato)? Se trovassi un'infermiera disposta a farmi le iniezioni, quale sarebbe la corretta posologia di voltaren + bentelan (dosi e durata)? Molte grazie da un'expat disperata...

La risposta

avatar Ortopedia - Luca Bertini Dott. Luca Bertini

Le posologie le decide o il tuo medico curante o chi ha il piacere di visitarti, ci sono troppe variabili soggettive e possibili effetti collaterali ,che senza un’adeguata anamnesi e visita , possono  presentarsi.Capisco il disagio ma non posso aiutarti, chiama il tuo medico di base in italia , che conoscendoti, potrà darti consigli più precisi. 

Domande correlate

Quanto tempo bisogna aspettare dopo infiltrazione di cortisone alla spalla prima di sottoporsi ad in...

avatar Ortopedia - Luca Bertini Dott. Luca Bertini

Lo deve decidere il medico che avrà l’onere e l’onore di operarla.Un saluto

Vedi tutta la risposta

Dormire con piedi in tensione

avatar Ortopedia - Luca Bertini Dott. Luca Bertini

Purtroppo con il tempo certi accorgimenti che il corpo aveva messo in atto per poter stare in salute diventano inefficaci. Forse un bravo podologo, un ecodoppler arti inferiore e magari una terapia...

Vedi tutta la risposta

Intervento protesi ginocchio

avatar Ortopedia - Luca Bertini Dott. Luca Bertini

Questa decisione la si prende insieme a chi avrà l’onore e l’onere di operarla, in genere si fa la protesi perché il dolore è diventato ingestibile.Un saluto

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio