Raggi e aloni attorno alle luci

Salve, ho 25 anni e ho un problema che non riesco a risolvere, da ormai un anno. Osservando ogni fonte di luce (anche poco luminosa), che siano schermi, fari, lampioni, vedo dei raggi che si irradiano al di sotto. Per dare un idea ho trovato un immagine che mostra molto fedelmente il modo in cui vedo, scrivendo su google astigmatismo fasci di luci. Però a differenza delle foto, i raggi che vedo io vanno verso il basso. Ho una forte miopia, mi mancano intorno ai 7 gradi a occhio e ho fatto l'esame oculistico completo senza risultati (ho anche una cheratite diventata autoimmune che va e viene, ma l'oculista dice che non ci sono danni alla cornea quindi non è quello). Mi ha anche dato lacrime artificiali ipotizzando occhio secco ma non ho risolto. Mi ha fatto fare un OCT, anche quello è risultato nella norma. Mi sono accorto che spalancando gli occhi o tenendo le sopracciglia sollevate con le dita, non vedo i raggi ma soli gli aloni, quasi come se i raggi fossero causati dalle ciglia o dalle palpebre basse, ma anche queste due cose sono normali a quanto dice l'oculista. Per sicurezza mi ha fatto fare un salto dal neurologo con un lieve sospetto di ptosi, ma secondo lui non era neanche questo. Infatti il neurologo mi ha detto che le mie palpebre sono normali e mi ha detto di consultare un altro oculista perché secondo lui non si tratta di disturbi neurologici ma solo visivi e di illuminazione, come se il mio occhio non vedesse correttamente le luci o qualcosa di simile. Nell'attesa di un nuovo oculista che mi dia la disponibilità chiedo a voi, di cosa può trattarsi? Che altri esami posso fare? L'OCT è il massimo? Possono centrare davvero le ciglia? Sono davvero disperato, questo disturbo non mi fa più godere le cose che guardo negli schermi, né riesco a guidare. Spero in una vostra risposta, grazie e arrivederci.

La risposta

avatar Oculistica - Marco Moschi Dott. Marco Moschi

Buongiorno non è facile dare una risposta al suo quesito soprattutto dopo che tutti i medici interpellati e gli esami eseguiti hanno dato esito negativo. Il suo è un problema difrattivo, in altre parole qualcosa devia il percorso della luce procurando i raggi e gli aloni. La cause più probabili vanno ricercate nella cornea e nel cristallino.  Eseguirei, in aggiunta agli esami fatti, una topografia e una aberrometria. Ha accennato alla presenza di una cheratite: questa potrebbe essere alla base dei suoi disturbi. 

Domande correlate

Iperattività destrusionale

avatar Oculistica - Marco Moschi Dott. Marco Moschi

Buongiorno,come da foglietto interno il vesiker è controindicato nei pazienti affetti da glaucoma. 

Vedi tutta la risposta

Soffro di glaucoma, l'occhio desto ha infima visibilità. ,emtre il dx me la cavo con 7/8 decim...

avatar Oculistica - Marco Moschi Dott. Marco Moschi

Purtroppo i danni del glaucoma sono irreversibili. La pressione alta degli occhi danneggia le fibre del nervo ottico e come spesso succede le lesioni dei nervi sono difficilmente recuperabili.

Vedi tutta la risposta

Utilizzo LAC multifocali

avatar Oculistica - Marco Moschi Dott. Marco Moschi

Le lenti a contatto multifocali si usano come tutte le altre lenti. Essendo una prima applicazione sarà opportuno farsi seguire da un buon contattologo. Le lenti a contatto se non usate...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio