Psicofarmaci e gravissimi disturbi sessuali

Buonasera caro dottore. Sono un ragazzo di 35 anni in cura da 18 anni per disturbi di ansia,panico e disturbo ossessivo compulsivo. Dopo 13 anni in cura con Depakin e citalopram (che non mi davano problemi sessuali) negli ultimi 5 anni a causa dell'aumento dell'ansia e del panico ho dovuto cambiare più volte terapia per approdare a paroxetina e Trilafon (perfenazina) che è un neurolettico. Da allora sono iniziati i guai. Impotenza,assenza totale della libido e delle fantasie erotiche, anestesia genitale. A questa già grave sintomatologia si è aggiunta la sensazione di un rimpicciolimento del pene e dei testicoli (ho letto che i neurolettici possono farlo e ora ho paura).Durante i pochissimi rapporti sessuali che ho avuto in questi 5 anni ho provato Viagra e Cialis ai massimi dosaggi ma il pene anche se riusciva ad avere un erezione dietro stimolazione della partner faceva fatica a rimanere rigido. Inoltre Viagra e Cialis nulla possono per l'assenza di libido e di fantasie sessuali. Il risultato erano rapporti meccanici e poco piacevoli anche a causa della scarsa sensibilità genitale. Ho fatto esami che mi hanno rilevato un lieve innalzamento della prolattina e lieve insufficienza del testosterone. Come diagnosi mi hanno dato ipogonadismo causato dai farmaci e per questo mi hanno prescritto testosterone in gel (Tostrex) ma dopo vari mesi di utilizzo anche se il testosterone è aumentato non ho avuto nessun miglioramento sul piano della libido e sull'impotenza.Sto provando anche ogni sorta di integratore naturale per aumentare la libido (tribulus,gingko biloba,ginseng, arginina,maca,muira puama, yohimbina etc.) ma non so se servano davvero a qualcosa.Ora sono disperato e non so più cosa fare.Tra l'altro sto facendo brutti pensieri circa l'inutilità di vivere una vita così.È possibile che devo rinunciare per sempre a una naturale libido e al sesso? Il problema poi non è solo sessuale,il fatto è che mi sento menomato di una parte fondamentale della mia personalità. Gentilissimo dottore se avesse dei suggerimenti da darmi sarebbe un miracolo per me e una grande gioia. Mi faccia sapere e grazie!

La risposta

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, i farmaci che assume come lei stesso ha detto inibiscono la libido e la potenza sessuale, tuttavia è improbabile che li dovrà assumere per sempre. Il mio consiglio è di valutare con lo psichiatra che la segue un orizzonte temporale in cui si potrà ridurre il dosaggio dei farmaci e quindi ritornare a un miglioramento dell’aspetto sessuale, ponendosi degli obiettivi

Domande correlate

Esame delle urine

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, un esame isolato chimico fisico delle urine non permette inquadramenti diagnostici.sicuramente c’è una componente infiammatoria e l’ideale sarebbe Approfondire con un’ecografia...

Vedi tutta la risposta

Conservazione punture caverjet

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Buongiorno, immagino si riferisca alle punture e si, consiglio di conservarli in frigo. Per quanto riguarda il vino rosso veda lei…

Vedi tutta la risposta

Problemi urinari

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, il primo passo come avrà capito e concludere la terapia ed effettuare una rivalutazione clinica, tuttavia per i sintomi ci può voler tempo perché la prostata si sfiamma con pazienza e...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio