Prostatite non batterica

Da un paio di mesi soffro di una probabile prostatite secondo il mio urologo. Il sintomo che ho non è proprio tipico di una prostatite. Non ho problemi durante la minzione o cose simili. Ho solo un indolensimento o lieve fitta nel glande del pene che è più evidente al mattino in erezione o comunque se tocco quella zona lì. A volte basta toccarlo per sentire una fitta zona glande. In alcuni periodi diventata un vero e proprio dolore. Anche se questo avendo iniziato la cura non sta avvenendo più. Ho iniziato la cura da 11 giorni. Una pillola di ogni farmaco al giorno. Inizialmente il dottore mi aveva anche prescritto perinerv lt e modulase pensando fosse un problema di nervi ma non sembrava star avendo effetto. Inoltre dalla spermiocoltura non sono stati rintracciati germi, miceti o cose simili. Il mio urologo dunque mi ha prescritto deprox hp e xinprox e le cose vanno un pò meglio anche se il problema è ancora presente i alcune fasi della giornata. questo forse conferma la disgnisi di prostatite. Dall'ecodoppler non risultano problemi a pene, testicoli e prostata. Il mio secondo urologo della mutua toccando la zona ha semplicemente aggiunto che vi è una lieve congestione prostatica e mi ha suggerito di prendere pelviprost comprasse per 3 mesi (che però non ho iniziato ancora a prendere). Il mio quesito riguarda l'antibiotico. Sebbene non vi siano batteri il mio urologo sembrava sfavorevole a prenderlo (se ho intuto bene) solo per il caldo. Come se anche senza batteri l'antibiotico potesse essere di aiuto. Volevo anche il vostro esperto parere sul prendere o meno l'antibiotico per un fastidio che tutt'ora ho. Grazie

La risposta

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, direi che la sua sintomatologia da prostatite non batterica è stata gestita in maniera ottimale, concordo sulla mancata necessità di assunzione dell’antibiotico per questo tipo di sintomatologia

Domande correlate

Prostatite abatterica

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, quanto sta facendo è corretto ma purtroppo la tendenza alla congestione prostatica ha bisogno di tempo e molta attenzione allo stile di vita, compresa l’alimentazione e lo svuotamento...

Vedi tutta la risposta

Mancata fuoriuscita di sperma

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, sebbene con l’età la quantità di liquido seminale si riduca, tra i farmaci che assume la Tamsulosina può dare eiaculazione retrograda

Vedi tutta la risposta

Decorso post-operatorio Circoncisione

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, dalla sua minuziosa descrizione pare che tutto stia procedendo bene. Quando serve pazienza per la sensazione di sfregamento e concordo con quanto riportato dal collega sulle...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio