Problemi minzione e bruciore

Salve, ho 29 anni e da un paio di settimane forse anche 20 giorni ho un problema che non riesco a risolvere. Tutto è iniziato dopo un rapporto sessuale con mio marito. Ho iniziato a urinare spesso ma, non essendo la prima volta ho cercato di porre rimedio con delle pomate e bevendo molto. Il problema rimane, mi reco in farmacia e prendo delle bustine ai mirtilli rossi. Nemmeno quello funziona e inizio ad urinare sempre più spesso. Contatto il mio medico il quale mi prescrive il monuril senza esami perché ormai erano passati troppi giorni ed era meglio agire subito. Nemmeno il monuril mi da sollievo anzi noto un peggioramento perché compare del bruciore subito dopo aver urinato. Richiamo il mio medico il quale mi prescrive l'antibiotico levofloxacina 500 per 10 giorni. Mi aveva detto di fare prima l' urinocultura di assumerlo ma purtroppo la mattina che dovevo portare ste benedette urine mi ritrovo con mio figlio di un anno e mezzo con la febbre alta. Quindi presa dai guai e bruciori incomincio l'antibiotico senza aver fatto l'esame. Adesso sono 5 giorni che lo prendo ma nulla è cambiato. Urino moltissimo e sento questo bruciore non appena ho finito. Mentre l'urina esce non sento dolore o bruciore lo sento non appena finisco e non passa.. Diminuisce un pochino ma non passa.. Aumenta non appena ritorno in bagno. Onestamente non so più che fare. Il mio medico dice che più di questo non può darmi ma non vedo miglioramenti.. Forse la cura è sbagliata? O mi sta succedendo qualcosa di grave? Devo andare in ospedale?

La risposta

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, sicuramente lamenta una sintomatologia da Cistite.per trattarla al meglio è fondamentale eseguire l’urinocoltura.fino ad allora assuma un integratore come Kistinox act due volte al giorno per 14 giorni almeno. Evitare piccante, fritti, salumi, alcolici, cioccolato e caffè

Domande correlate

Impotenza improvvisa

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, l’esame è assolutamente nei limiti. Ad ogni modo non è il modo Per indagare questo tipo di problema, necessaria valutazione andrologica

Vedi tutta la risposta

Paura della sieropositività

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, mi sento di tranquillizzarla. Sicuramente se il paziente avesse avuto una positività la sua tutor l’avrebbe informata, ma ad ogni modo nessuna malattia si trasmette con una goccia sulla...

Vedi tutta la risposta

Circoncisione

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, direi che la cosa più sensata è contattare il collega che ha operato suo figlio

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio