Problematica urologica a seguito di trauma testicolare (6 mesi fa)

Buongiorno, Circa 6 mesi fa (nel mese di giugno) ho ricevuto un colpo al testicolo destro. Non ho mai messo del ghiaccio e non ho mai assunto antidolorifici o antinfiammatori. Dopo 5 giorni mi sono recato in P.S., dove mi hanno consigliato l'assunzione di BRUFEN 2 v. a gg. Il dolore ha continuato ad esserci per circa 5 giorni, per poi scomparire del tutto. Dopo quasi un mese di completo benessere, avverto nuovamente dolore in zona scrotale (fine luglio) e decido di recarmi per la seconda volta in P.S. ed effettuare la seconda ecografia. Tutto nella norma, solo una piccola cisti di 4mm, vicino al testicolo destro. Ciò nonostante, il dolore/fastidio diventa sempre maggiore, tanto che si localizza anche in zona perinale, così decido di recarmi per la terza volta in P.S.. Tutto regolare. Così da settembre a dicembre vengo visitato da 5 diversi urologi (tutti primari o direttori di centri di urologia o professori ordinari), che mi forniscono 5 diverse diagnosi. C'è chi presuppone che sia una prostatite di tipo cronico, chi che sia un problema legato all'intestino, chi che addirittura sostiene che io non abbia alcun problema e chi invece sostiene che il problema sia legato a nervi, siccome ho un pò di scogliosi. Dopo aver assunto 5 terapie differenti, riassumibili in: CIPROFLOXACINA, OKI, SABA, TOPSTER, XATRAL, FOREDEM, TAMSULOSINA, TADALAFIL; Il dolore è sparito quasi completamente ma, la problematica attuale è la seguente: insensibilità' in zona genitale, testicolo destro (colpito) spostato (il che sta generando un incurvamento del pene, dalla parte destra in cui il testicolo è "arretrato") ed erezione difficile e meno vigorosa. Nessuno è ancora riuscito a capire quale sia stato il problema e quale sia tutt'ora. A quale specialista potrei rivolgermi? Grazie in anticipo per l'attenzione e la disponibilità, attendo Vostre.

La risposta

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, sicuramente lo specialista indicato è l’urologo sebbene ne abbia già visti tanti

Domande correlate

Consiglio su esame uricultura

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, quei valori non sono preoccupanti, tuttavia consiglio di acidificare le urine per ridurre la proliferazione batterica. Potrebbe utilizzare per esempio acidif mono una volta al giorno per...

Vedi tutta la risposta

Carcinoma vescica

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, si deve affidare agli urologi che la stanno seguendo. Meglio l’asportazione prima di procedere a un eventuale nuovo ciclo di instillazioni

Vedi tutta la risposta

Varicocele

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, Vista l’entità del varicocele eseguirei una visita urologica perché sarebbe sensato trattarlo

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio