Problema glande

Buongiorno, ormai quasi rassegnato,provo a esporre qui il mio problema. Purtroppo non si possono allegare foto,sarebbero credo caso di studio. Sarò breve.Da un anno circa all improvviso mi appare rossore o al glande o all asta del pene dal nulla, un rossore simile a irritazione.Sul glande dura circa 15 GG per poi pian piano sparireSull asta dura pochissimo, 1-2 GG, successivamente l asta inizia a spelarsi in fase guarigione.In entrambi i casi metti crema allo zincoNon voglio più mettere creme cortisoniche,tipo beben.Ho 42 anni, nessun apparente problema.Visite dermatologiche e urologiche effettuate.Si spazia dalla psoriasi,alla dermatite a problemi prostatici.Accetto qualsiasi consiglio idea o altro.Indosso solo slip di cotoneLavaggio solo con detergenti delicati della farmaciaNon so che altro fareC e stato un periodo che rasavo i peli al pube, per evitare irritazione non raso più nulla.Nella mutanda il pene lo tengo rivolto verso l alto, quando è irritato lo tengo avvolto in una garza

La risposta

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, così come viene descritta sembra più un problema micotico. Provi a mettere una crema antimicotica, almeno per otto giorni due volte al giorno. Eviti bevande alcoliche e cibi molto zuccherati. Chiaramente è necessaria una nuova valutazione dermatologica

Domande correlate

Instillazioni vescicali

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, i protocolli per le instillazioni vescicali vengono aggiornati costantemente e nelle linee guida internazionali hanno indicazioni chiare, pertanto quando indicate andrebbero fatte

Vedi tutta la risposta

Vaccino HPV Uomo

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, il vaccino può anche valutare di farlo tuttavia non rappresenta una protezione assoluta nel contrarre una malattia, cosa invece che viene rappresentata dai rapporti protetti

Vedi tutta la risposta

Risultati spermiogramma

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, gli spermatozoi ci sono e anche se con qualche alterazione all’esame questo esito non preclude la possibilità di una fecondazione per via naturale. Pertanto non perdetevi d’animo

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio