Parere medico

Professore da quando ero bambina soffro di dap e ansia ora ne ho 57 mi limitano la quotidianità. Vi sono periodi che esco normalmente altri che sono chiusa in casa . Paura di sentirmi male, paura di non essere all'altezza con il prossimo , paura sia di trovarmi in spazi aperti, oppure chiusa in ascensore. Non ho amicizie mi sono isolata completamente Tutti questi problemi si presentano ciclicamente specialmente in momenti particolari. In pochi anni ho avuto tre lutti importanti l'ultimo 5 mesi fa causa covid il padre dei miei figli. Ho una paura morbosa del sangue e delle malattie ma sono arrivata ad in punto della mia vita che sento e ho voglia di uscire, di lavorare (per 20 ho lavorato in ospedale) ho lasciato proprio per questi lutti che mi hanno devastata. Non ho fatto cure se non assumere 14 goccine di en tre volte al di . Vorrei riprendere a vivere , fare una vita normale, mi sento in trappola. Chiedo un parere , un aiuto.

La risposta

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Cara lettrice sono davvero dispiaciuto per la sua situazione difficile e per i suoi lutti. Si rivolga senza indugio a uno psichiatra se possibile specializzato in ansia e attacchi di panico. Può davvero tornare libera seguendo le indicazioni che le verranno proposte. Cordiali saluti e non si arrenda!!

Domande correlate

Zolpidem e lorazepam o alprazolam?

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Cara Laura consigliarle un farmaco specifico è davvero impossibile senza un valutazione approfondita. In generale penso che vi siano molecole diverse da quelle citate che potrebbero aiutarla sia...

Vedi tutta la risposta

È normale che a 20 anni non mi sorprenda più nulla?

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Caro lettore, dalla sua descrizione ne varrebbe la pena parlarne con uno specialista psichiatra. A 20 anni le emozioni dovrebbero essere ben più vivaci di quello che ha descritto. Saluti

Vedi tutta la risposta

Xanax

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Caro lettore/lettrice, segua le indicazioni del suo psichiatra e se non dovesse risolvere il problema nell’arco di 3-4 mesi, le consiglio di chiedere un secondo parere. Cordiali saluti

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio