Malattie sessualmente trasmissibili

Salve, sono una ragazza e sono molto preoccupata perché ho paura di aver sottovalutato per troppo tempo sintomi di eventuali malattie sessualmente trasmissibili dopo rapporti non protetti al 100%. L'ultimo rapporto l'ho avuto a dicembre 2019 e ho timore soprattutto per quanto riguarda le malattie asintomatiche che potrebbero essere anche pericolose. La mia domanda è: è possibile che io sia arrivata ad un punto grave di infezione ed avere i soliti sintomi o dovrebbero comunque peggiorare a lungo andare? Non ho potuto fare un controllo prima della pandemia ed essendo adesso in periodo di emergenza sanitaria prima di ricorrere ad eventuali controlli volevo essere sicura di essere veramente a rischio oppure se mi sto preoccupando per un qualcosa che si può risolvere anche con calma. Spiego la situazione. Ho avuto rapporti sessuali sempre protetti con preservativo, ma non ho mai pensato di proteggermi anche per quanto riguarda il sesso orale (sia fatto a lui che ricevuto). Sono mesi che ho fastidi intimi come bruciore e prurito esterno che vanno e vengono a periodi, perdite dense e continue di colore bianco-giallino e a volte sul verde, e sento il bisogno di urinare spesso (ma questo coincide anche con il fatto che ho iniziato a bere molta più acqua del solito) quindi non saprei. Non so se il ragazzo in questione fosse sano o avesse qualche infezione, la mia vagina é venuta in contatto solo con la sua saliva, di cosa mi posso preoccupare e cosa invece posso escludere? Inoltre ribadisco che anche io sono venuta in contatto con il suo sperma via orale, ma adesso non ho fastidi alla gola. Non so se può centrare ma a gennaio ho avuto una tonsillite e ho dovuto prendere l'antibiotico (cosa che tra l'altro mi ha causato anche sanguinamento dalle urine, fortunatamente finita la cura antibiotica non ho più avuto questo problema). Avevo fatto una prima visita ginecologica a fine novembre e la dottoressa mi ha prescritto 15gg di crema vaginale Gynocanestrin, mi aveva consigliato di provare a vedere se i sintomi sparivano dopo questa quindicina di giorni, altrimenti avrei dovuto fare un tampone di controllo. I sintomi non sono spariti ma non ho avuto modo di fare controlli. Spero mi possiate aiutare, grazie mille.

La risposta

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

La procedura corretta sarebbe fare un tampone vaginale come consigliato dalla ginecologa ma se non ha funzionato il Gynocanesten si può tentare una terapia cosiddetta ad ampio spettro con crema al metronidazolo + clotrimazolo oppure con nifuratel + nistatina

Domande correlate

Ecografia Pelvica

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

L’ovaio microcistico o multifollicolare sono la stessa cosa. È una situazione molto comune nelle adolescenti e si cura solo quando è associata ad acne e altri disordini come peli in eccesso...

Vedi tutta la risposta

Ginecologi

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

Linda senza vederti è impossibile!Ci sono tre possibilità 1) fare un test di gravidanza2) fare una visita ginecologica3) fare entrambe le cose.

Vedi tutta la risposta

CONSULTO URGENTE

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

Buongiorno posso rispondere  così:Normast è un un’antinfiammatorio e va bene.Algonerv dovrebbe essere usato solo sulla cute e non le mucose perché contiene alcooli.per Naxed...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio