Linfonodo paracardiaco ventricolare destro 6x10mm

Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni e nel febbraio 2019 ho eseguito una Tac al torace con e senza mdc in seguito ad un aumento del valore del di dimero, per escludere dunque un embolia polmonare che per fortuna è stata esclusa. Ai tempi presentavo già da qualche annetto la sintomatologia che mi preoccupa: dispnea e quindi pressione al torace, faccio anche la notte sempre ripetuti respiri profondi. Dalla TAC erano emersi dei linfonodi subcentimetrici nel mediastino e in zona ascellare, perciò tutto ok mi dissero che era normale e poi c'era un "prima ipotesi linfonodo di 6x10mm in sede paracardiaca ventricolare destra", ma non mi dissero nulla a riguardo. Chiesi ma mi dissero che non era delle dimensioni adatte per preoccuparsi (ma 1 centimetro non è già abbastanza?). Tuttavia il referto é stato visto poi dal primario del policlinico della mia città, ovviamente del reparto "malattie rare del polmone" e poi anche dall ex primario del medesimo reparto. Il fatto che non mi abbiano detto nulla mi ha rincuorata ma continuo sempre a pensare a quella frase "in prima ipotesi", come se fosse potuto essere anche altro? Perché se gli altri sono stati identificati come linfonodi questo invece era un "prima ipotesi"? La cosa mi preoccupa tantissimo. Cmq ho fatto anche delle spirometrie e dei raggi al torace, al mese di luglio e agosto ne ho fatte addirittura 3. Usciva sempre questa accentuazione della trama bronco vasale per la quale nessun medico mi ha detto di preoccuparmi, che è una cosa molto comune. La mia ematologia sostiene che potrei avere una sorta di infiammazione cronica che mi causa questa dispnea e questa accentuazione ma non di certo un tumore come penso io. C'è chi dice che a distanza di così tanti anni Cmq dai raggi stessi qualcosa si sarebbe vista insomma... E non "l'accentuazione" di cui parlavamo prima. Ma è vero? Un ultimo pneumologo mi disse addirittura che come sede non è una sede sospetta. Ma leggendo mi è parso di capire il contrario... Cmq dall ultima spirometria era emersa una lieve restrizione se non erro ma mi disse che non era grave e che la mia preoccupazione non ha ragione di esistere circa un eventuale tumore. Nel frattempo ho fatto anche molti esami ematici con la mia ematologa e in effetti l'ultima PCR era UN PÒ alta ma nulla di che, indicava un processo infiammatorio lieve. VES, TAS, EMOCROMO, LAC, C3, C4, ENA, ANA, ASMA, AMA, BETA2MICROGLOBULINA, ANTICARDIOLIPINA, ANTIBETA2GLICOPROTEINA, e qualche altro ma tutto ok a parte una lieve carenza di ferritina e sideremia. Un aumento dei filati dovuto probabilmente all eccesso di prefolic assunto per la ricerca della gravidanza.

La risposta

avatar Cardiologia - Antonio Sagone Dott. Antonio Sagone

Buongiorno, l’unico esame che potrebbe aiutarci a capire meglio è una buona RM Cardiaca

Domande correlate

Statine senza lattosio

avatar Cardiologia - Antonio Sagone Dott. Antonio Sagone

Buongiorno, purtroppo non sono a conoscenza di eccipienti alternativi, dovrebbe informarsi in farmaciaDr. Antonio Sagone

Vedi tutta la risposta

Cuore

avatar Cardiologia - Antonio Sagone Dott. Antonio Sagone

Buongiorno,No la bradicardia non deve preoccupare se sinusale. Ci sono comunque situazioni in cui andrebbe indagata. Sarebbe quindi meglio che lo mostrasse al medico che lo ha richiesto Dr. Antonio...

Vedi tutta la risposta

Dobbiamo preoccuparci?

avatar Cardiologia - Antonio Sagone Dott. Antonio Sagone

Buongiorno,Sinceramente non è molto usuale come riscontro soprattutto in un bambino, se però non ha sintomi specifici come sensazione di cardiopalmo, mancanza di fiato sotto sforzo, non pensò...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio