Gravidanza monocoriale bigemina biamniotica: rischio malformazioni? Chi paga gli accertamenti?

Buonasera, Sono una ragazza di 29 e sono alla 16 settimana di una gravidanza monocoriale bigemina biamniotica. Inizialmente mi sono rivolta ad uno studio genecologo privato che alla prima visita (8 settimane+5) mi ha detto che c'erano due feti, e che uno era molto piccolo. Per sicurezza mi ha rimandato a 10 giorni dopo, dove mi ha confermato che il secondo feto stava crescendo di meno rispetto all'altro, e mi ha indirizzato ad uno centro specializzato in gravidanze gemellari presso l'ospedale di zona. In ospedale ad ogni visita mi hanno detto una cosa diversa, ipotizzando prima ad una malformazione fetale, poi alla necessità di ricalcolo della datazione dei feti. Alla fine mi hanno detto che non sapevo spiegare il perché di questa differenza precoce. In tutto questo mi hanno fatto un semplice screening congiunto alla 12 settimana. All'ultima visita (16+2) mi hanno inoltre detto che ad oggi i parametri sono buoni nonostante le dimensioni siano al limite, se non al di sotto della media, precisando però che le cose potrebbero cambiare (peggiorare) nel corso delle settimane. Mi sto rimandando: Può succedere che i bambini possano sviluppare malformazioni ( neurologiche) anche se lo screening si è rivelato negativo? Dato che è una gravidanza a rischio posso impormi all'ospedale per degli accertamenti (villocentesi o amniocentesi), oppure devo per forza provvedere privatamente? Grazie

La risposta

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

Il modo migliore per accertare che i feti siano sani da un punto di vista cromosomico è l’amniocentesi mentre per le malformazioni è importante l’ecografia morfologica con l’aggiunta di ecocardiografia e neurosonografia perché comunque i gemelli sono a maggior rischio in ogni senso

Domande correlate

Quando poter effettuare il test di gravidanza?

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

Meglio effettuare il test almrno 15 giorni dopo il rapporto a rischio, ammesso che il rischio ci sia stato

Vedi tutta la risposta

Salve, il 23 agosto ho avuto un rapporto non protetto, io e il mio ragazzo non capiamo se lui sia ve...

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

Problema inesistenteIn bagno bisogna andarci, la diarrea sono scariche frequenti di feci liquide

Vedi tutta la risposta

Flora mista

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

Una terapia con un disinfettante e poi probioticiad es.:  Fluomizin cpr vaginale per una settimana e poi Dicoflor elle per via vaginale e orale Per via orale vanno bene anche Ramnoselle e...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio