Disturbo bipolare Stato misto

Gentile Dottore, sono una paziente affetta da disturbo bipolare in cura con farmaci. Da tempo mi sto ponendo un interrogativo: di solito, dal momento in cui ci si accorge che qualcosa non va (ad es., pensieri suicidari ricorrenti), ci si rivolge ad uno specialista e ci si cura con farmaci: il che lascia pensare che, nonostante la presenza di tali pensieri, si voglia continuare a vivere. Ma, dal momento in cui, per vari fattori, non si ha più alcuna voglia di andare avanti e di continuare a vivere cosa succede? Scusi se la mia domanda può sembrare stupida o polemica, però mi chiedo perché continuare a curarsi quando non si ha più voglia e motivi per vivere: un accanimento terapeutico? Grazie infinite e buon lavoro. Cordiali saluti, Roberta.

La risposta

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Cara Roberta, quando la perdita della voglia di andare avanti o di continuare a vivere è il risultato di un disturbo dell’umore vero e proprio non è espressione di una libera volontà incondizionata della persona che lo esprime, ma l’effetto di un disturbo mentale che porta a vedere tutto nero per un difetto nei meccanismi dell’umore. Quindi come tale, consiglia una cura per permettere a chi soffre di ritrovare la propria libertà decisionale incondizionata da uno stato di malattia. Altro discorso è quando lo stato di scoraggiamento è il risultato di ripetute esperienza e eventi di vita negativi. In questo caso, forse i farmaci non sempre sono utili, ma il confronto con un bravo psicoterapeuta può permettere di recuperare le motivazioni per vivere. Nonostante spesso la vita ci metta di fronte a situazioni difficili e negative, offre molte opportunità positive che bisogna sapere vendere e agire…..

Domande correlate

Terapia con cymbalta

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Il cymbalta è un ottimo farmaco che deve essere somministrato in caso di diagnosi ben precise. In generale può indurre alcuni dei malesseri da lei descritti (anche se il gonfiore alle parti...

Vedi tutta la risposta

Problemi di deglutire

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Cara lettrice potrebbero essere i sintomi di un disturbo di panico. Solo una valutazione psichiatrica attenta potrà portare a una diagnosi precisa e quindi a un progetto terapeutico che...

Vedi tutta la risposta

Sospensione da tegretol

avatar Psichiatria - Giampaolo Perna Prof. Giampaolo Perna

Cara lettrice/lettore, l’effetto della sospensione della carbamazepina dipende anche da dosaggio iniziale che non è specificato. I sintomi che descrive in suo nonno potrebbero essere legati...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio