Candida

Buongiorno dottoressa...Prendo la pillola Arianna da 3 mesi e dopo una cura antibiotica a giugno ho avuto problemi intestinali e perdite vaginali. A inizio luglio, visto che le perdite persistevano, anche se non avevo prurito e bruciore ho usato la crema meclon e delle lavande vaginali. Dopodiché a fine Luglio ho avuto forte prurito e bruciore vaginale e da un tampone è risultata la candida albicans che ho curato per i primi 6 giorni con diflucan da 250mg, crema interna meclon e integratore di fermenti lattici. Dopo due giorni dalla fine di questa cura, il prurito si è ripresentato nuovamente (anche se non forti come prima) e ora sto prendendo ancora diflucan da 100 mg (senza più applicare creme interne) e domani dovrei finire anche questo ciclo di 5 giorni. Ieri avevo ancora perdite biancastre ma senza nessun prurito. Stamattina ho anche notato di avere l'unghia dell'alluce di entrambi i piedi gialline e leggermente rialzate. Mi chiedo se possa trattarsi di candida intestinale e non vaginale e cosa dovrei fare per eliminarla...è possibile che debba ancora continuare con il Diflucan? La ringrazio in anticipo, mi scuso per la lunga anamnesi ma mi sembrava necessaria. Cordiali saluti.

La risposta

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

La Candida può essere molto antipatica e tende a tornare.Può usare in prevenzione del AB300Plus vaginale per una settimana al mese per tre mesi e per l’intestino 20 giorni di Candimoll o Kandilene.Inoltre potrebbe ripristinare con dei fermenti lattici (Femelle o Normogyn o Dicoflor elle med) in capsule vaginali da inserire per 10 o 15 giorni. Per le unghie intanto può usare del Trosyd e cercare di tenerle scoperte e senza smalto

Domande correlate

Estrogeni e Progesterone PMA

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

No, non c’è rischio.Ma perché queste domande non le ha fatte hai medici che si occupano del suo caso?

Vedi tutta la risposta

Informazione pillola Klaira

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

È un problema perché la pillola 28 è un placebo, cioè non contiene farmaco e quindi è come aver saltato una somministrazione.  Non è protetta per almeno 5 giorni 

Vedi tutta la risposta

Estrogeni e progesterone PMA

avatar Ginecologia - Barbara Bonazzi Dott.ssa Barbara Bonazzi

I farmaci sostituiscono il funzionamento normale delle ovaie quindi non c’è rischio di una sua ovulazione 

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio