Banalopostite o infiammazioni transitorie?

Medicitalia.it BALANITE O INFIAMMAZIONI TRANSITORIE? Urologia 16.10.2019 17:45:01 Buon Giorno da qualche tempo soffro di episodici arrossamenti del glande (già di rado capitati in passato) e prepuzio che solo di rado mi danno pochissimo prurito, mai dolore, ho una vita sessualmente attiva con la mia partner senza uso di preservativo lei non ha nessun problema dermatologico ha effettuato un tampone di controllo per il PMA e è tutto negativo, io ho un olicomicosi trascurata da anni che ora sto curando con lo smalto. Precisando questi episodi si risolvono nell'arco di 12/24/48 ore senza uso di creme o simili solamente sciquando la parte con acqua fresca poi il tutto sparice per poi ripresentarsi episodicamente a cadenze inregolari. Non riesco a collegare a nessun comportamento salvo che mi sembra che questi episodi capitino quando per un giorno non mi sciaquo (doccia o bidet) questi episodi si erano intensificati in passato per l'uso di un bagnoschiuma industriale che evidentemente mi irritava troppo. ma ad ora non rilevo alcuna causa "allergica o da contatto" paradossalmente piu è attiva è la mia attività sessuale e meno mi capita. Non credo che sia un problema grave e non avrei voglia di indagare tuttavia chiedo se per vostra esperienza questi brevi episodi che si risolvono praticamente spontaneamente (se fossero imputabili a infezioni fungine non passerebbero spontaneamente) possano essere imputati a scarsa igiene intima o ad una sensibilità particolare delle mie parti intime magari dovute al Ph dell'urina. durante una visita andrologica per ragioni diverse di infertilità mi è stato anche fatta la palpazione della prostata e tutto è nella norma (non ho chiesto lumi in quella sede per questo che forse non può nemmeno essere chiamato problema). Grazie

La risposta

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, il disturbo che lei riferisce potrebbe essere ascrivibile a congestione blanda della prostata, anche se alla visita andrologica non era stato riscontrato alcun problema. Spesso queste forme transitorie sono legate all’alimentazione, allo stress o stanchezza. Provi a eliminare piccante, fritti, salumi, birre vini bianchi, cioccolato e caffè per un mese. Assume inoltre un decongestionante prostatico come Leniluts o prostanox 1 Compressa la mattina per 20 giorni. Cordialità Riccardo galli

Domande correlate

Sono una parrucchiera,posso lavorare o rischio di peggiorare la situazione?

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, lavorare non peggiora la situazione, ma da come la descrive è necessario un trattamento chirurgico tempestivo, non tanto per le dimensioni dei calcoli che sono considerevoli, quanto per...

Vedi tutta la risposta

Ossalati di calcio

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, gli ossalati di calcio sono cristalli disciolti nelle urine che talvolta precipitano aggregandosi a formare i calcoli renali. Se lei non ha mai sofferto di coliche renali non si preoccupi...

Vedi tutta la risposta

PRESENZA DI EMAZIE, LEUCOCITI E CELLULE EPITELIALI SQUAMOSE NELLE URINE

avatar Urologia e Andrologia - Riccardo Galli Dott. Riccardo Galli

Gentile, la sua descrizione è accurata ma a omesso un dato fondamentale, cioè il suo sesso. L’urinocoltura negativa indica l’assenza di infezione delle vie urinarie batterica, tuttavia ci...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio