hero image

3 buoni motivi per struccarti sempre

La detersione del viso è spesso trascurata, ma è fondamentale soprattutto alla sera. Scopri tutti i benefici

credits: istock



di Eleonora Gionchi e Laurence Donnini


Ti assicura almeno 3 importanti vantaggi: previene la formazione di brufoli e punti neri, mantiene la pelle luminosa, potenzia l’efficacia dei trattamenti.

Eppure la detersione è il passaggio più trascurato della beauty routine. Non tanto quella del mattino, ma quella, fondamentale, della sera. Stanchezza, fretta, semplice pigrizia, e si va a letto con mascara e fondotinta. Errore che si paga non solo in termini di macchie sulla federa e occhi da panda al risveglio, ma soprattutto di pelle stanca e impura.

«I prodotti struccanti non eliminano solo il make up, ma anche la sporcizia (residui di creme, smog, polvere) che si deposita sul viso nel corso della giornata. Il loro utilizzo è indispensabile alla sera», spiega la dermatologa Magda Belmontesi, responsabile anche del portale dedicato alla salute Pelle e Dintorni.


Gli ingredienti su cui puntare

Saltare il rituale struccante, poi è un’occasione perduta per incrementare i risultati dello skincare: è proprio di notte che la pelle lavora meglio. Perciò, tra i buoni propositi di settembre dovrebbe esserci quello di attenersi al “protocollo detersione del viso” ogni sera: si pulisce l’epidermide eliminando i depositi in superificie, ma senza danneggiare la barriera cutanea.

La famiglia dei prodotti per togliere il make up è molto ampia e variegata. Nellascelta è fondamentale tenere conto delle esigenze della pelle: «Le formulazioni attuali sono ben tollerate perché composte da ingredienti vegetali e di origine naturale che non irritano.

Inoltre alcune sono nickel tested e prive di alcol il che le rende più delicate: benché non siano specifiche per la stagione più fredda, assecondano e soddisfano le esigenze del periodo», spiega la dermatologa, che prosegue: «Alcuni ingredienti sono perfetti  per l’autunno: la camomilla aiuta a lenire la pelle e dona sollievo quando le temperature si abbassano, stesso discorso per l’avena, mentre il carbone ha una forte azione pulente ideale quindi per le pelli più grasse o quando si trascorrono le giornate all’aria aperta, soprattutto in città.

Utili anche le erbe alpine che, oltre a levigare e purificare, svolgono un’azione antibatterica», spiega la dottoressa Belmontesi.


Le texture ricche sono ideali in autunno

Se riguardo agli ingredienti si dovrebbero preferire quelli purificanti e idratanti, così da mantenere il giusto livello idrolipidico dell’epidermide evitando secchezza e la fastidiosa sensazione di “pelle che tira”, differente è invece il discorso sulla texture: come precisa la dermatologa, la scelta è personale, anche se per la stagione fredda in genere si preferiscono consistenze più burrose, che svolgono un’azione di coccola sul viso.

«Le amanti della velocità possono sempre scegliere le acque micellari, la loro texture ultra leggera a base di acqua  (spesso di origine termale) favorisce l’azione lenitiva rendendole adatte alle epidermidi piùgrasse e a quelle più sensibili.

Particolarmente indicati per l’autunno e l’inverno sono i baume o creme in olio che, oltre all’azione pulente, sono anche idratanti e nutrienti quindi perfetti per le giornate più fredde. Perfetto anche il latte detergente (da abbinare sempre al tonico), consigliato soprattutto a chi ama dedicarsi un po’ di tempo la sera». 

Lo struccante è solo il primo passaggio della beauty routine serale e alla sua azione detergente deve infatti seguire quella idratante, fondamentale con le temperature in discesa:

«A fine giornata, la pelle ha l’esigenza di essere riequilibrata, per cui sono necessarie le creme notte, anche abbinate ai sieri, che stimolano la produzione di collagene così da ricompattare l’epidermide, mentre la vitamina E, antiossisante, contrasta la comparsa di rughe e macchie», conclude la dottoressa Belmontesi.


Sugli occhi usa il prodotto giusto

Per gli occhi usa uno struccante specifico, delicato sulla zona perioculare ma efficace nel rimuovere, inglobandoli, i pigmenti di mascara e ombretti.

Se usi formule waterproof scegli prodotti bifasici che “sciolgono” il colore senza bisogno di sfregare, grazie alla componente oleosa», suggerisce il cosmetologo Umberto Borellini. Poi detergi il resto del viso con acqua micellare o latte & tonico, oppure massaggia sulla pelle un baume, che si sciacqua via con acqua tiepida. 


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 40 di Starbene in edicola dal 19/9/2017

Leggi anche

Pulizia del viso: le novità

Pulizia del viso: impeccabile con la spazzola

Pelle: i prodotti per averla luminosa anche in autunno

Olio di lino: idratante antiage per viso

Viso: l'olio fai da te per illuminarlo