A A

Seno in salute!

Come prendersi cura del seno in estate?



0

D’estate la tintarella è un must e un décolleté al top è molto importante: il sole al seno fa male? Prenderlo in topless può aumentare il rischio tumori? Chi ha subito interventi chirurgici al seno come deve comportarsi?

I dubbi delle donne sul loro seno e la sua salute sono innumerevoli: tutte le risposte alle domande più comuni sono contenute in un interessante ebook #senonlosai, redatto per fugare ogni incertezza sull’argomento.


Fai la tua domada ai nostri esperti


Il topless non aumenta il rischio di sviluppare tumore al seno: prendere il sole a seno scoperto, per tanto tempo, senza proteggerlo con una crema solare dotata di adeguati filtri di protezione però, può aumentare l’incidenza di sviluppare tumori della pelle.

Il seno è più soggetto a scottarsi e ustionarsi nella zona dell’areola e del capezzolo, zone particolarmente sensibili per natura e perciò da proteggere con maggiore attenzione.

Prendere il sole in topless quindi richiede l’utilizzo di creme solari con filtri adatti al proprio fototipo e poi la salute del seno al sole non può prescindere da una corretta idratazione, ovvero dal bere almeno due litri di acqua al giorno e dall’utilizzo di creme idratanti senza profumo, tutte accortezze importanti per mantenere il giusto tono della pelle. Il tono della pelle in generale infatti e anche del seno compreso, dipendono da innumerevoli fattori.

La pelle delle donne fumatrici è soggetta, per esempio, a un invecchiamento molto più precoce rispetto alla pelle delle donne non fumatrici, ed è anche più esposta al rischio di infezioni: la protezione solare e la crema idratante, quindi, vanno scelte anche tenendo conto di queste caratteristiche. Oltre ai prodotti, comunque, la salute del seno dipende anche dal buonsenso personale: se il seno si arrossa è meglio coprirlo per evitare ustioni pericolose.

«Il sole non deve far paura, ma va preso con buonsenso: le donne che hanno subito un intervento chirurgico o estetico al seno devono attenersi alle raccomandazioni mediche – conclude il dottor Alberto Luini, Co-Direttore Programma Senologia IEO e autore di #senonlosai – Anche in altri casil’esposizione al sole può essere temporaneamente sconsigliata, ma di solito poi non ci sono controindicazioni di sorta: in genere, basta applicare creme ad alto fattore di protezione e riapplicarle dopo ogni bagno».

Leggi anche

6 esercizi per i pettorali

Tumore al seno: "Per favore, fate un check dai 30 anni in su!"

Seno, impara a mantenerlo in salute

Fattore protezione

Sole: anche i capelli vanno protetti

Come difendere la pelle dal sole

I primi caldi, il primo sole, le prime scottature: la soluzione a base di acido ia...

Pubblica un commento