A A

Fondotinta, bye bye. È arrivato il caldo

Dalla BB cream fino allo strobing, passando per i prodotti più nuovi che esaltano la pelle del viso. Ecco tutte le alternative al fondotinta, ideali in primavera e d’estate. Per essere sempre perfetta e protetta, ma sentirti “leggera”



0

di Paola Oriunno

Bye bye, fondotinta! Il make up più usato d’inverno va in letargo per qualche mese e lascia il posto a creme leggere e idratanti, piene di ingredienti attivi (filtri solari, antiossidanti, antiage) e anche di pigmenti colorati e pieni di luce.

Le aziende cosmetiche hanno pensato alle esigenze di tutte, dalle pelli giovani, a quelle mature, fino a quelle con imperfezioni o grasse. Come orientarsi? Ecco una piccola guida per scegliere il make up più adatto a te. Con i consigli del make up artist Mirlo Tagliaferri e di Anna Mastropaolo, insegnante di cosmetologia all’Università di Ferrara.

22 aprile 2016

Fai la tua domanda ai nostri esperti

I NUOVI PRIMER

Levigano, uniformano, tonificano, facilitano la stesura del trucco e ne prolungano la durata. Ma non sono un semplice prodotto per il make up: i nuovi primer sono anche trattamenti cosmetici con ingredienti idratanti, antiossidanti e anti-macchia, per contrastare l’invecchiamento cutaneo e la disidratazione. D’estate sono perfetti per avere un colore più scuro di quello della pelle, a seconda dell'abbronzatura.

Il consiglio: i primer si applicano sulla pelle pulita e idratata. Basta una piccola dose sul viso per attenuare discromie, rendere uniforme il colorito e levigare la pelle. Perfetti anche per ridurre i pori dilatati. «È importante mettere veramente poco prodotto e riuscire a sfumare talmente bene da renderlo invisibile. Con il pennello “sporco” puoi applicarlo delicatamente sul viso che verrà semplicemente ricoperto da un film sottile, utile a rendere la pelle leggermente opaca. Per un effetto ottimale basterà passare sopra della cipria trasparente o una terra abbronzante», suggerisce il make up artist Mirko Tagliaferri.

BB CREAM, OVVERO IL BALSAMO PER LE IMPERFEZIONI

BB sta per “blemish balm” (“balsamo per le imperfezioni”) ed è una crema multitasking molto amata, perché con pochi gesti corregge, copre, illumina, idrata e protegge la pelle. È questo il segreto del suo successo: velocità, efficacia e praticità. Oggi, però, la BB cream si è evoluta e si è specializzata. «Questo cosmetico è adatto sia per un uso quotidiano sia sporadico. È perfetto quando si va in vacanza ed è l’ideale per chi ha fretta la mattina, per le pelli giovani, per chi non ha dimestichezza col fondotinta, non ha problemi e inestetismi marcati e vuole un make up luminoso e fresco in poco tempo.

Ma non sostituisce un trattamento specifico. A quello non si dovrebbe mai rinunciare tra una BB e l’altra», dice Anna Mastropaolo, insegnante di cosmetologia all’Università di Ferrara. Cosa può fare una BB cream? Si può usare come crema idratante e leggero primer, blocca i raggi UV, colora la pelle, nasconde le imperfezioni, idrata e nutre la pelle.

Il consiglio: scegli la BB in base al tuo tipo di pelle (grassa o secca) e portala sempre con te per i ritocchi last minute quando sei fuori casa o per il weekend. Si applica sulla pelle del viso pulita e idratata, in piccole dosi. Perfetta per attenuare discromie, rendere uniforme il colorito e levigare la pelle.

CC CREAM, I COLOR CONTROL

I mercati sono in continua evoluzione, alle BB cream si sono aggiunte le CC cream, ovvero “color control” o “color correcting”. Tendenzialmente si tratta di prodotti per correggere il tono della pelle in modo naturale, con fattori di protezione solare elevati e consistenze più leggere e meno opache. All’interno sono presenti pigmenti che coprono arrossamenti e macchie, nonché sostanze che illuminano l’incarnato. Tutte queste caratteristiche le rendono adatte all’estate, perché non pesano sul viso.

Il consiglio: perfette se vuoi un risultato più coprente di una BB e hai molte discromie e couperose, si stendono con movimenti delicati sulla pelle del viso, pulita e idratata. In caso di rossori diffusi applica prima un correttore verde.

LA CREMA COLORATA

A prima vista si potrebbe confondere con un normale fondotinta, ma appena la spalmi sul viso ti rendi conto della sua trasparenza. Il pigmento, infatti, si diluisce all’interno della crema idratante e non va a creare uno strato spesso sulla pelle. Per questo motivo, spesso troviamo poche colorazioni di creme colorate, a volte addirittura solo due, una chiara e una scura: dal momento che si tratta di un prodotto “sheer”, non c’è bisogno di trovare la tonalità che si accorda alla perfezione alla nostra carnagione, proprio perché in ogni caso non crea uno stacco troppo netto.

Il consiglio: «È perfetta per chi ha una pelle abbastanza bella e uniforme da non aver bisogno di un fondotinta molto coprente, a chi proprio non sopporta la sensazione del fondotinta, ma vuole comunque un aiutino. È la scelta ideale per le più giovani perché un prodotto pesante e coprente rischia di ostruire i pori e di non far respirare la pelle» dice il make up artist Mirko Tagliaferri.

LA DD CREAM

Le “dynamic-do all cream” sono creme multifunzione, che come le precedenti versioni cosmetiche (BB e CC) sono a metà strada tra una crema idratante e un fondotinta, una sorta di prodotto uniformante, che dovrebbe idratare, levigare la pelle e perfezionarla coprendo, seppur in maniera leggera, le discromie. Che differenza c’è con le BB e CC Cream? Le DD cream hanno una funzione più specifica: sono ricche di principi attivi antiossidanti che aiutano a combattere i segni di espressione, come le rughe. Mixano make up a skin care, aiutando la pelle ad acquisire un aspetto migliore non solo al momento dell’applicazione, ma anche nel tempo con effetto anti age grazie ad un utilizzo continuativo.

Il consiglio: punta su questo prodotto se cerchi una crema che sia anche un trattamento. Ottima per le pelli più mature.

CREMA STROBING

È il prodotto del momento, un "correttore" molto chiaro, amato dalle star perché valorizza i punti di forza del viso e camuffa i piccoli difetti con un sapiente uso dei punti luce. Quindi è perfetto per le amanti dei selfie. Hai presente la luce stroboscopica che illumina tutto a intermittenza? «Lo strobing si applica nel viso e nel decolletè sulle zone che vanno messe in evidenza.

Il nostro consiglio: la crema chiarasi applica sulla parte superiore dell'occhio, della fronte, del naso (la parte centrale), zigomo e anche sulle clavicole, se indossi abiti scollati» suggerisce il make up artist Mirko Tagliaferri. Ha un effetto meno artificioso e più fresco e leggero del countouring (che punta a "scavare" con tinte scure le parti più paffute del viso), ed è perfetto per l’estate. È adatto anche alle meno esperte. Ma occhio a non farti prendere la mano. Ne basta pochissimo per dare luce, ma in modo discreto.

Leggi anche

Con lo strobing illumini il viso

Cushion, il nuovo fondotinta si stende così

Viso: l'olio fai da te per illuminarlo

Fondotinta, bye bye. È arrivato il caldo

Pubblica un commento