A A

Contorno occhi: perché invecchia prima del viso?

Oltre all’età e alla fragilità di quest’area, ci sono fattori su cui possiamo intervenire per evitare uno sguardo invecchiato già a trent’anni



3

Secondo una ricerca internazionale, il contorno occhi è l’area del volto che meno soddisfa uomini e donne. Non è un caso. L’area perioculare è una delle prime a invecchiare: qui la pelle è la più sottile, con un film idrolipidico quasi inesistente, poche ghiandole sebacee, scarse difese naturali.

Le continue contrazioni e i battiti di ciglia costringono il tessuto connettivo a lavorare a pieno ritmo. Ma non è solo per questo che rughe, segni d’espressione e altri inestetismi compaiono prima qui che sul resto del volto. È anche per colpa di abitudini dannose ed errori. Eccone cinque.  


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Non utilizzare un prodotto antietà specifico

Spesso ce ne dimentichiamo e finiamo per applicare sul contorno occhi la stessa crema del viso. È invece fondamentale usare un trattamento specifico, tutti i giorni mattina e sera, a partire dai trent'anni di età.

Gli antietà per il contorno occhi (in emulsione, gel o siero) appianano rughe, linee e segni d’invecchiamento, rassodano e ridensificano la pelle, risollevano le palpebre con un effetto lifting. Garantiscono anche benefici subito evidenti: rimpolpano la pelle, levigano i tessuti e danno un tocco di luce allo sguardo. Gli attivi più efficaci sono fospidin, boswelia e lattoferrina.

Non struccarsi tutte le sere

Gli struccanti per occhi possono essere formulati in gel, latte o lozione, oppure sono impregnati in dischetti di ovatta già pronti all’uso. Presentano un basso grado di acidità, per non irritare le congiuntive, e contengono sostanze in grado di sciogliere delicatamente il make up, mantenendo un’adeguata idratazione.

Perfetti i prodotti bifasici, composti da un mix di acqua e olio, e le acque micellari, che rimuovono il maquillage senza irritare né la cute né l’occhio.

Stare per troppe ore davanti al pc o al tablet

Il cosiddetto "smart stress", lo stile di vita moderno che mette costantemente a dura prova la zona gli occhi a causa dell'uso massiccio di dispositivi digitali, è una causa riconosciuta di invecchiamento precoce.

Un recente studio ha rivelato che il 64% delle persone trascorre ogni giorno più di 4 ore davanti ad un computer. Tenere costantemente lo sguardo fisso su uno screen provoca una notevole secchezza oculare, oltre a inestetismi come rughe, zampe di gallina, borse e occhiaie.

Prendere il sole senza proteggersi

I raggi Uva e Uvb, penetrando in profondità, causano danni all’elastina, al collagene e alle componenti della matrice dermica. Le macchie e le rughe tendono a formarsi più precocemente.

È importante applicare sempre, prima di esporsi al sole, un prodotto specifico, anti-migrazione e contact lens friendly, e indossare occhiali scuri dotati di filtri UV e lenti grandi e avvolgenti, in modo da proteggere gli occhi e l’area circostante anche dalle radiazioni riflesse.  

Il fumo e altre cattive abitudini

Nei fumatori sono tipiche le borse sotto gli occhi e il rilasciamento dei tessuti perioculari, inoltre si formano di frequente rughe di espressione e zampe di gallina. La nicotina favorisce la produzione di radicali liberi, mentre le altre componenti del tabacco, come l’ossido di carbonio, sottraggono ossigeno e nutrimento alle pelle.

Anche rallentamenti digestivi e stitichezza, un sonno carente o di cattiva qualità, ansia e stress influiscono negativamente.

Leggi anche

Contorno occhi? Coccolalo così

Il modo migliore per prendersi cura dei nostri occhi è una corretta detersione!

Rimedi naturali anti borse sotto gli occhi

Strategie anti-età

Non ti strucchi? Invecchierai prima

Olio di lino: idratante antiage per viso

Sport e menopausa: quale attività fisica?

Pubblica un commento