A A
hero image

Le tartine alle alghe

Con la ricetta delle tartine alle alghe dai un tocco orientale al tuo menù



Ingredienti

  • '
  • FACILE
  • ANTIPASTO TARTINE E TRAMEZZINI

PREPARAZIONE DELLE TARTINE ALLE ALGHE

Con la ricetta delle tartine alle alghe scopriamo le virtù e il gusto di ingredienti tipici della cucina orientale: ecco tutti i passaggi per preparare quest’antipasto esotico.

1) Lava le alghe, tagliale a quadrati di circa 7 centimetri per lato e mettile ammollo in acqua fredda.

2) Taglia le carote a listarelle e lasciale a marinare per circa 10 minuti nel succo di limone, con un pizzico di sale.

3) In una ciotola, condisci i germogli crudi con 2 cucchiai di salsa di soia.

4) Togli le alghe dall’acqua di ammollo, strizzale e saltale in padella – per circa 2 minuti, a fiamma media – con mezzo cucchiaio d’olio d’oliva.

5) Componi le tue tartine alle alghe disponendo sulla base del piatto le carote marinate, cui sovrapporrai un quadrato di alga e uno strato di germogli.

6) Spolvera con i semi di sesamo (che avrai precedentemente tostato in padella) e porta in tavola.


TARTINE ALLE ALGHE: PROPRIETA' E BENEFICI DEL PIATTO

In questa ricetta delle tartine alle algheabbiamo utilizzato i germogli di soia, che sono molto ricchi di lectina e svolgono un’azione di prevenzione del colesterolo e dei disturbi cardiovascolari, dal momento che rendono le arterie più elastiche e fluidificano il sangue. Per consumarli crudi, però, assicurati che i germogli siano freschissimi e provenienti da agricoltura biologica: altrimenti, per evitare ogni rischio, scottali appena un istante in acqua bollente. Le tartine alle alghe, inoltre, sono una miniera di iodio, fondamentale per chi soffre di problemi di tiroide.