A A
hero image

Il savarin di tacchino

Per un paté di carne scenografico e raffinato, prepariamo la ricetta del savarin di tacchino



0

Ingredienti

  • 40'
  • MEDIA
  • 160
  • ANTIPASTO MOUSSE E SPUME

PREPARAZIONE DEL SAVARIN DI TACCHINO

Per un antipasto elegante o un secondo energetico, la proposta di oggi è il savarin di tacchino: scopri qui tutti i segreti per prepararlo a regola d’arte.

1) Trita lo scalogno e mettilo a rosolare in padella con il burro, a fiamma bassa. Quando comincia a dorare, aggiungi il tacchino, già disossato e tagliato a tocchetti. Sfuma con un po’ di sherry, poi stempera la maizena nel fondo di cottura. Tieni sul fuoco per qualche minuto, finché la carne sarà tenera. Lascia quindi raffreddare e passa nel mixer, aggiungendo anche il prosciutto cotto a dadini.

2) Sciogli la gelatina in polvere in 1/2 dl d’acqua, quindi scaldala per qualche minuto in un pentolino, tenendo la fiamma bassa. Incorpora la gelatina alla crema di tacchino e frulla ancora.

3) Aggiungi al composto gli albumi già montati a neve e la panna. Regola di sale e amalgama bene il tutto.

4) Versa il preparato per il tuo savarin di tacchino in 4 stampi ad anello, che lascerai in frigo per qualche ora, in modo che il composto si rassodi. Trascorso il tempo, immergi la base degli stampi in una ciotola piena di acqua calda, così da sformare i savarin con più facilità, e porta in tavola.



SAVARIN DI TACCHINO: PROPRIETA' E TRADIZIONI DEL PIATTO

Questa ricetta del savarin di tacchino è un secondo ricco di proteine (ne fornisce circa 20 g), perfetto in abbinamento a un purè di carote. Pur se qui l’abbiamo proposto in versione salata, in realtà il savarin nasce come un dolce e la ricetta originale arriva dalla Francia: si tratta di un tortino a forma di ciambella, con un impasto simile a quello del babà ma più soffice, grazie all’aggiunta di panna. Come il babà, anche il savarin dolce viene inzuppato nel rum.

Tag: facile, sfizioso.

Pubblica un commento