hero image

Igiene orale e gravidanza: come proteggere la propria bocca?



Ecco come prendersi cura della salute di bocca e denti, durante i nove mesi della gravidanza

Non c’è niente di più bello che portare una nuova vita dentro di sé. È però un periodo durante il quale il corpo si trasforma e, proprio in questa fase della vita, la futura mamma deve prendere alcune precauzioni per mantenersi in salute e tenere sotto controllo i cambiamenti fisiologici che possono influenzare anche lo stato di denti e gengive.

È normale infatti che, proprio durante la gravidanza, le gengive siano più sensibili e che aumenti la possibilità di depositi di placca e l’insorgenza di fastidi come sensibilità dentale e gengive gonfie o sanguinanti. Diventano ancora più importanti quindi le azioni di monitoraggio che possono prevenire gengiviti, carie, infiammazione ai tessuti molli orali e dolorosi ascessi, che non sempre dipendono da una scarsa o scorretta igiene orale della futura madre.

Ma perché durante la gravidanza è più facile andare incontro a denti e gengive che si ammalano?

Le cause principali sono proprio il cambiamento ormonale e un abbassamento delle difese immunitarie, che possono portare alla comparsa o al deterioramento di condizioni come la gengivite o la parodontite. Il reflusso esofageo, le nausee e il vomito possono invece portare alla demineralizzazione e all’erosione dello smalto con conseguente aumento delle carie.

Il gruppo di lavoro indetto dal Ministero della Salute conferma che una donna con carie può più facilmente passare i batteri responsabili al proprio bambino: per questo, ha stilato alcune raccomandazioni ministeriali volte alla promozione della salute orale, per aiutare le future mamme a proteggere la propria bocca, insieme alla salute del feto.

Primo fra tutti l’adeguato modo di alimentarsi, ovvero spesso e con piccole quantità di cibo, che deve essere nutriente per il bambino: prediligere i cibi con zuccheri solamente durante il pasto, evitare bevande gassate e zuccherate e assumere regolarmente frutta, da preferire ai succhi, e verdura fresca di colore verde come lattuga o broccoli, oltre a frutta secca e uvetta. Se durante le nausee capita di rimettere, è consigliato risciacquare la bocca con acqua e bicarbonato per neutralizzare l’acidità presente nel cavo orale.

Dopo ogni pasto, se non si ha la possibilità di lavare i denti, masticare un chewing gum senza zucchero, anche se è raccomandabile lavare i denti due volte al giorno, senza dimenticare di passare anche il filo interdentale quotidianamente. Queste operazioni possono essere difficili specialmente di mattina, quando i cambiamenti nei livelli ormonali possono influenzare anche il gusto, rendendo i sapori forti difficili da sopportare, specialmente se si soffre di nausee mattutine: uno studio ha rivelato infatti che fino al 93% delle donne in gravidanza sente differenze nei sapori, soprattutto durante i primi mesi di gestazione. Per questo motivo è bene scegliere con cura un dentifricio dal gusto delicato, che sia piacevole per chi soffre di nausee o per chi è in difficoltà con i sapori troppo forti: il dentifricio Zendium™ risulta essere il più indicato, grazie alla sua formulazione delicata, per tutte le donne che vogliono affrontare la gravidanza in maniera serena e consapevole.

È stato anche scientificamente dimostrato che c’è una stretta correlazione tra sensibilità dei denti e gravidanza, dovuta proprio alle variazioni dei livelli di ormoni e al calo delle difese immunitarie che impattano sull’organismo portando ad una infiammazione delle gengive. È necessario prestare un’attenzione ancora maggiore nella scelta dei giusti prodotti per l’igiene orale, che aiutino efficacemente nel contrastare la proliferazione dei batteri responsabili delle infiammazioni del cavo orale, promuovendo la crescita della flora batterica con azione benefica.

Il dentifricio Zendium™, grazie alla sua formula, è un efficace supporto nel benessere e nell’equilibrio della bocca: contiene alcuni degli enzimi e proteine benefiche già presenti nel cavo orale, che aiutano a proteggere la bocca in modo naturale, rispettando i tessuti delicati e promuovendo gengive sane e protette

Un ultimo consiglio è quello di utilizzare spazzolini da denti delicati e dentifrici al fluoro non abrasivi per evitare danni allo smalto. Affidarsi al dentista in caso di qualsiasi problema e programmare la pulizia dei denti che andrebbe fatta ogni sei mesi per tenere sotto controllo la situazione daranno ad ogni mamma la sicurezza di prendersi cura del proprio corpo al meglio, bocca compresa.