A A

Magra con la cellulite? Fai così

Per evitare i cedimenti la parola d’ordine è idratare. Disseta la pelle e vai spesso in bicicletta



3

foto di Lorenzo Mancini

I rotolini di troppo non sono mai stati un tuo problema: magra come sei, hai sempre avuto piuttosto la preoccupazione di… mettere su peso! In più, forte del tuo fisico asciutto, non ti sei mai curata più di tanto di andare in palestra. Con il tempo, però, il tuo stile di vita fin troppo sedentario e qualche esagerazione a tavola hanno “regalato” anche a te qualche adiposità superlocalizzata. Non molto evidenti, e infatti magari non te ne sei ancora accorta. Ma se fai la prova “pizzicotto” il responso è inequivocabile: la pelle assume il tipico aspetto “a materasso“.

Le strategie giuste per te


Per prima cosa devi “dare da bere” alla tua pelle. «Chi è molto magra deve curare moltissimo l’idratazione», sottolinea Magda Belmontesi, dermatologa a Milano. «Spesso la si trascura pensando erroneamente di risolvere ogni problema di rilassamento cutaneo semplicemente ingrassando un po’». Altro obiettivo è potenziare la struttura muscolare. «Se ben sviluppata», continua la specialista, «funziona da sostegno naturale per la pelle dandole più tono e contrastandone i cedimenti. La cellulite in questo caso non è profonda, ma l’aspetto a buccia d’arancia in realtà è piuttosto evidente, dovuto proprio a scarsa idratazione ed elasticità». Come risolvere la situazione? «Stendi ogni giorno una crema superidratante su tutto il corpo e applica due volte al giorno prodotti specifici anti adiposità localizzate sulle zone colpite», consiglia Belmontesi. «Se poi non ami particolarmente andare in palestra, fai più moto con un pizzico di furbizia: dimentica l’ascensore e fai le scale a piedi, gira in bici invece che in tram e fai una passeggiata ogni volta che puoi».

Punta sulle microiniezioni

Una volta che è stata assicurata alla pelle una buona idratazione, e che grazie al movimento ha acquistato maggiore tonicità e compattezza, se hai ancora un po’ di cellulite residua, puoi puntare su una tecnica d’avanguardia. «La microterapia, che è poi l’evoluzione della mesoterapia, è senz’altro tra le soluzioni più efficaci contro la cellulite localizzata», sottolinea Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano. «È indolore e rispettosa dell’integrità dei tessuti cutanei, grazie a iniezioni superficiali e aghi sottilissimi».

No alle cattive abitudini


La tua pelle appare disidratata a occhio nudo? E se poi la comprimi con i polpastrelli, noti che è avvizzita, ben più di quanto dovrebbe essere rispetto alla tua età? Forse il tuo stile di vita non è del tutto amico della tua bellezza. Niente paura: basta eliminare subito alcune cattive abitudini per migliorare la situazione. Quali? Le sigarette, prima di tutto: smettere di fumare ringiovanisce la pelle di 13 anni, secondo una ricerca recente. Anche esagerare con i superalcolici, così come mangiare in modo squilibrato (poca frutta e verdura e molti grassi) è deleterio. Grazie al tuo metabolismo fortunato non ingrassi, ma metti a rischio la tua salute e il benessere della tua epidermide.

Pubblica un commento