A A

Combatti la cellulite se sei cicciottella

Pancetta e sederotto Cosce e glutei sono il bersaglio preferito della cellulite adiposa, ma anche l’addome è quasi sempre colpito.



4

Se sei in sovrappeso, hai troppo tessuto adiposo sia a livello profondo, quello viscerale, che sottocute. «Oggi sappiamo che l’eccesso di grasso è una vera e propria malattia infiammatoria che quasi sempre provoca alterazioni dei vasi sanguigni e delle cellule», osserva il professor Pier Antonio Bacci. Quando si esagera con il cibo, specialmente con gli zuccheri, aumenta l’attività dell’insulina, l’ormone che ha il compito di tenere sotto controllo il glucosio nel sangue. Questo stimolo continuo ha l’effetto di far trattenere acqua e grasso negli adipociti, scatenando quindi l’evoluzione della cellulite. Non tutte le donne cicciottelle, però, ce l’hanno. Il motivo è semplice: non presentano questo inestetismo perché hanno geneticamente una distribuzione più uniforme del grasso negli adipociti e di conseguenza non si determinano i depositi localizzati.

Dove compare la cellulite
Pancetta e sederotto Cosce e glutei sono il bersaglio preferito della cellulite adiposa, ma anche l’addome è quasi sempre colpito. «Guardati lateralmente allo specchio e controlla in che parte del corpo c’è più rotondità. Se è maggiore dall’ombelico in su, si tratta di una possibile alterazione del metabolismo degli zuccheri che va controllato con una dieta attenta. Se invece il gonfiore si concentra dall’ombelico in giù, ci può essere uno squilibrio a livello degli estrogeni (attenzione alla pillola) e un accumulo di tossine che richiede un miglioramento della funzionalità intestinale», consiglia Bacci. Quando l’ago della bilancia sale, la cellulite può colpire anche le braccia, la zona cervicale e il torace.

  
Come si presenta
La cute è calda e insensibile Quando ci sono chili 
di troppo, la cellulite è di tipo adiposo. La pelle è molle 
e calda e, se si pizzica, non si avverte dolore. I globuli 
di grasso sottocutaneo sono grossi e numerosi: schiacciano i tessuti dando alla cute l’aspetto 
a materasso. I capillari sono spesso evidenti perché 
la circolazione è rallentata. Se non intervieni con strategie mirate, i noduli di cellulite possono diventare duri 
e fibrosi, e quindi ancora più difficili da eliminare.

Dall’estetista: il potere degli ultrasuoni
Si chiama lipoclasia, indica la capacità di disgregare le cellule adipose ed è il risultato dell’effetto degli ultrasuoni, onde sonore impercettibili all’orecchio umano. L’ultima novità nel loro uso in estetica si chiama BioMassage. Si effettua con un apparecchio dotato di quattro manipoli diversi, a seconda delle zone da trattare, che emette ultrasuoni a cavitazione modulata. «La cavitazione è un effetto fisico: permette di rompere la membrana degli adipociti provocandone l’implosione, come un palloncino che si sgonfia», spiega Annamaria De Maria, dello Studio 3 di Milano. «La possibilità di modulare la frequenza delle vibrazioni ultrasoniche (un milione al secondo) consente risultati mirati, mentre delle sfere aspiranti eseguono un massaggio profondo». Ciclo da 6 sedute, 80 euro l’una.

Dal medico estetico: più magra grazie alla laserlipolisi
La vecchia liposuzione? Secondo i massimi esperti è andata in pensione. Al suo posto, le nuove tecniche di laserlipolisi, meno traumatiche delle cannule che rompevano gli adipociti meccanicamente. «Oggi è stata definita la lunghezza d’onda capace di aggredire selettivamente il grasso (e solo quello), lasciando inalterati vasi, cute e nervi», spiega Franco Lauro, chirurgo plastico a Bologna.«È quella corripondente a 1444 nanometri, emessa dall’ultimo laser neodimio-yag chiamato Accusculpt». Dove si fa? «In day-hospital. Dopo aver infiltrato l’area con anestetico e soluzione salina, si introduce una fibra-laser grande 600 micron (poco più di mezzo centimetro) che scioglie gli adipociti, drenando l’olio all’esterno con delle microcannule aspiranti», dice l’esperto. A partire da 2000 euro.

Guarda anche:

Combatti la cellulite se sei magra

Magra o cicciottella, ma senza cellulite

Pubblica un commento

  1. Ragazze,io ho un problema di cellulite legata molto probabilmente al mio sovrappeso,me ne sono resa conto meglio quando mi sono messa per la prima volta il costume!!non vi dico l’incubo,pancia sporgente e flaccida ma il dietro:cuscinetti nel sedere e pelle a materasso,mamma mia,creme da consigliarmi specifiche per i glutei e quindi per la cellulite?Datemi anche un consiglio sugli sport..

  2. Dal 2007 ad oggi ho acquisito 15 kg, di lavoro faccio la colf-badante e non ho tempo nè modo di fare attività fisica (prima andavo regolarmente in palestra 3 volte alla settimana e seguivo un corso di ballo caraibico la sera), spesso gli orari dei pasti sono sballati e si mangia quello che capita. Ho 32 anni…
    Non tutte hanno la fortuna di avere il tempo ed i mezzi per curarsi.
    Nel mio caso cosa si può fare?

  3. Dal 2007 ad oggi ho acquisito 15 kg, di lavoro faccio la colf-badante e non ho tempo nè modo di fare attività fisica (prima andavo regolarmente in palestra 3 volte alla settimana e seguivo un corso di ballo caraibico la sera), spesso gli orari dei pasti sono sballati e si mangia quello che capita. Ho 32 anni e peso 67 kg per 1,60 di altezza :(
    Non tutte hanno la fortuna di avere il tempo ed i mezzi per curarsi.
    Nel mio caso cosa si può fare?