A A
hero image

Pillola del giorno dopo: 10 cose che devi sapere

Insieme all’esperto di contraccezione, sciogliamo tutti i dubbi, sia medici che pratici (obiezione di coscienza compresa)



0

Nota anche come contraccezione d'emergenza (CE), la pillola del giorno dopo in commercio in Italia è la stessa disponibile in Europa. Nella metà dei Paesi europei si può acquistare senza ricetta medica. La notizia di inizio 2015 è che l'EMA (Agenzia Europea dei Medicinali), date l'innocuità e l'utilità del farmaco, ha invitato gli stati membri a rendere accessibile senza ricettazione la pillola del giorno dopo a base del principio attivo ullipristal acetato (nomi commerciali Ella/Ellaone). Al di là della questione etica che inevitabilmente si porrebbe, in questa guida affrontiamo tutti i dubbi che possono assalire una donna (o una coppia) in preda al panico di essere rimasta incinta nel momento sbagliato. Ne parliamo con il professore Carlo Bastianelli, medico ginecologo e docente di ginecologia e ostetricia all'Università La Sapienza di Roma ed esperto in contraccezione.

1

Quando devo prendere la pillola del giorno dopo?

Prima si prende meglio è.
«Ci sono notevoli dati sul fatto che la sicurezza contraccettiva della pillola del giorno dopo è maggiore nelle prime 24 ore dal rapporto» - spiega l'esperto.
Ma c'è un lasso di tempo in cui è preferibile prenderla per essere coperte dal rischio gravidanza indesiderata? «Anche se la sua azione contraccettiva si riduce con il passare delle ore, l'ullipristal acetato (il principio attivo della pillola del giorno dopo ndR) è dimostrato essere efficace anche dopo alcuni giorni».

2

In che giorno del ciclo devo essere per ricorrere alla contraccezione d'emergenza?

«Non c'è un giorno più "indicato" di altri, ma tutte le volte che pensi di aver rischiato. Certo, ci sono dei giorni a maggior rischio (intorno al periodo ovulatorio che è facile identificare in chi ha cicli regolari e sintomi evidenti) e periodi a minor rischio (i giorni precedenti il ciclo ipoteticamente lontani dall'ovulazione), ma chi è in grado di sapere con certezza in che giorno del ciclo è?»

3

La pillola del giorno dopo fa male?

«Ad oggi non è stato trovato alcun effetto collaterale negativo di una qualche rilevanza medica, legata all'assunzione delle 2 molecole usate come contraccezione d'emergenza, su nessun apparato del corpo umano, compreso quello riproduttivo, e nemmeno in donne che  non godono di buona salute (dati OMS)». Per dubbi personali si rimanda alla consultazione del proprio ginecologo di fiducia.

4

Come funziona la pillola del giorno dopo?

«L'unica azione contraccettiva accertata per le 2 CE in commercio è l'interferenza con l'ovulazione. Come agisce? O la blocca del tutto oppure la ritarda, impedendo quindi l'incontro dell'ovocita con gli spermatozoi (dati FIGO, Federazione Internazionale Ginecologia Ostetricia).
È importante sottolineare che se l'ovocita eventualmente fecondato si impianta nell'utero, questi contraccettivi d'emergenza non hanno nessuna azione e la gravidanza prosegue tranquillamente». Una sostanziale differenza per evitare di classificare frettolosamente ed erroneamente la pillola d'emergenza come pillola abortiva.

5

A chi devo rivolgermi per farmi prescrivere la pillola del giorno dopo?

«In teoria qualsiasi medico può prescrive la CE, persino l'oculista, ma quanti lo fanno?» La pillola del giorno dopo è infatti di difficile reperibilità, sia per motivi etici che per le confusioni legate alla sua azione.
«Così il Pronto Soccorso degli Ospedali Pubblici diventa l'unica alternativa, con realtà diversissime: oggi per esempio a Roma è abbastanza facile avere una ricetta tramite il Pronto Soccorso facendo pagare un ticket non economicissimo.
Se si esclude una corsa al Pronto Soccorso, può essere difficile avere una ricetta: i consultori pubblici, che dovrebbero essere le strutture più coinvolte, dispongono della presenza di ginecologi pochi giorni a settimana.
Tuttavia, l'AIED (Associazione Italiana per l'Educazione Demografica) nei suoi consultori ha da tempo messo in atto un'iniziativa sul tema che prevede un accesso facilitato, senza appuntamento e con un costo agevolato per le giovanissime: se si ha meno di 20 la prestazione costa 5 euro, altrimenti 30 euro».

6

Un medico può rifiutarsi di prescrivermi la pillola del giorno dopo?

«Sì, il medico può richiamare la "clausola di coscienza" del Codice Deontologico, e può quindi non prescrivere un farmaco contrario alla sua etica».
E se sono minorenne?
«Per quanto riguarda le minorenni il problema non esiste, dato che l'art. 2 della legge 194/1978, recita: "(...) La somministrazione su prescrizione medica, nelle strutture sanitarie e nei consultori, dei mezzi necessari per conseguire le finalità liberamente scelte in ordine alla procreazione responsabile è consentita anche ai minori (...)"».

7

E il farmacista può rifiutarsi di vendermela malgrado presenti la ricetta?

«Il farmacista non potrebbe rifiutarsi di vendere un farmaco contrario alla sua etica, soprattutto in presenza di ricetta medica, che può essere sia bianca che rossa. Tuttavia, ci sono state discussioni interminabili sul tema. Su internet esiste un elenco con mappa delle farmacie disponibili a dispensare la pillola del giorno dopo».

8

È vero che c'è un numero massimo di volte in cui posso assumere la pillola del giorno dopo?

«L'assunzione ripetuta della pillola del giorno dopo non ha alcun effetto sull'organismo di una donna, su tutti gli apparati, compreso quello riproduttivo» - spiega l'esperto. Per esempio, si crede erroneamente che se la si assume per più di 3 volte, la propria capacità di procreare potrebbe essere compromessa.
«In realtà, la CE è composta da molecole molto molto conosciute, di cui si conoscono oltre che gli effetti anche i rischi (nulli)».
Certo, diverso è il caso di ricorrere alla pillola del giorno dopo per abitudine, quando è il proprio metodo contraccettivo che dovrebbe cambiare in partenza. Non si può fare dell'emergenza una pratica consueta. Però entriamo in discorsi di ordine etico piuttosto che medico.

9

Ci sono donne alle quali si sconsiglia di prendere la pillola del giorno dopo?

«Tutte le donne possono assumere la pillola del giorno dopo, anche quelle che allattano. Non sono note controindicazioni (dati OMS)»

10

Se ho assunto la pillola del giorno dopo sono coperta fino all'arrivo delle mestruazioni?

No! La CE è efficace solo per il rapporto che ha indotto la sua prescrizione. Se però si hanno avuti altri rapporti a rischio gravidanza nell'arco delle 72 ore prima dell'assunzione, il farmaco agisce ugualmente da contraccettivo d'emergenza. Ricorda però che più passa il tempo, più si riduce l'efficacia.

Successivamente, è bene adottare dei metodi contraccettivi regolari, quindi.

Pubblica un commento