Più sicure con i nuovi filler

Podcast Più sicure con i nuovi filler
Amiche, quante volte di fronte all’idea di una punturina di acido ialuronico con il classico filler, per far sparire qualche ruga, vi siete tirate indietro per paura di un’allergia, di una reazione dovuta a un corpo estraneo o della formazione di granulomi sottopelle? A dire il vero gli esperti spiegano che i filler sono molto più sicuri di quel che si pensi, perché l’acido ialuronico è di per sé innocuo e quindi non può provocare alcun effetto collaterale nel caso venga iniettato, visto che comunque è già presente nella nostra pelle. Ciò che può rappresentare un rischio sono semmai le sostanze chimiche con cui viene addizionato per far sì che il suo effetto idratante e antirughe possa durare a lungo. Si tratta del Bdde e del Dvs, che “reticolano” il filler aumentandone la visco-elasticità e rendendo l’acido ialuronico più stabile e duraturo. Sono soprattutto le punturine volumizzanti, ad esempio quelle che servono a aumentare gli zigomi, ad avere il rischio più grande perché contengono una concentrazione molto alta di queste sostanze. Ma tranquille, perché ora sono stati messi a punto nuovi filler totalmente privi di queste sostanze Bdde e Dvs: al loro posto usano un unico stabilizzante, il Peg: è una sostanza decisamente meno a rischio problemi post-trattamento. Per di più ha un lungo collaudo alle spalle: da 30 anni viene usato come aggregante e stabilizzante di molti farmaci, anche chemioterapici. Ma soprattutto ad oggi non si conoscono reazioni indesiderate. Questi nuovi filler, essendo più sicuri, sono particolarmente indicati nelle donne che soffrono di patologie autoimmuni o che hanno una sensibilità allergica a diverse sostanze. Ma sono utili anche a quelle persone che vorrebbero farsi fare una punturina estetica, ma che hanno timore di effetti collaterali. In questo caso possono stare più che tranquille.