È vero che Ettore Majorana ha inventato la macchina del raggio della vita?

Fa ancora parlare e discutere la scomparsa misteriosa del fisico Ettore Majorana, oggi anche in rete. Scopri qui la verità sulle voci a proposito della macchina capace di produrre energia illimitata



103436

di Gianluca Liva, dell'Associazione Factcheckers


La misteriosa scomparsa di Ettore Majorana, fisico teorico parte del gruppo noto come “i ragazzi di via Panisperna”, ha fatto discutere a lungo e nel corso degli anni sono state diffuse numerose leggende che ruotano attorno alla sua figura.

Secondo una delle teorie Majorana non si sarebbe mai mosso dall’Italia e avrebbe trovato rifugio in un convento collocato nel Sud Italia. In questo contesto il fisico avrebbe lavorato a una macchina capace di produrre energia gratuita e illimitata grazie a un raggio in grado di vaporizzare la materia. A formulare questa ipotesi fu Rolando Pelizza, l’uomo che sostiene di essere stato l’allievo di Majorana e che lo avrebbe aiutato a costruire la famigerata macchina.

Pelizza dichiarò: «dal 1° maggio 1958 al 26 febbraio 1964 sono stato allievo di Ettore Majorana e negli anni successivi sono stato suo collaboratore nella realizzazione del progetto di costruzione della macchina produttrice di antiparticelle. Posso affermare senza tema di smentita che Ettore Majorana non è morto nel 1938: l’ho conosciuto e frequentato e mi ha insegnato la “sua matematica” e la “sua fisica” e poi mi ha accompagnato con i suoi insegnamenti per molti anni».

L’intera narrazione risulta essere una copia sbiadita di altre leggende “scientifiche” introdotte in anni precedenti, come ad esempio il “raggio della morte” di Guglielmo Marconi. La leggenda della macchina di Majorana (chiamata in questo caso “raggio della vita”) continua a vivere su Internet e viene rilanciata sui social network, con tanto di filmati che ne illustrano il funzionamento.

La bufala è stata smentita più volte con numerose perizie, ma ha contribuito ad alimentare il mistero sulla scomparsa del geniale e promettente fisico italiano.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 45 di Starbene in edicola dal 24/10/2017

Stop alle bufale

È vero che i migranti portano la bilharziosi?

È vero che un colpo di tosse salva dall'infarto?

Il lavaggio epatico elimina i calcoli?

È vero che la Svizzera ha riconosciuto l'omeopatia?

È vero che il rossetto può essere cancerogeno?

È vero che l'argento colloidale cura i tumori?

È vero che le mele bio sono trattate? Falso

È vero che la varicella va presa da piccoli?

È vero che l'insalata si può fare in laboratorio?

È vero che cocacola più aspirina uguale effetti allucinogeni?