A A

5 consigli per superare l’ansia da prestazione

L’ansia da prestazione si presenta quando la paura di non riuscire a portare a termine il rapporto blocca prima ancora di cominciare



0

Può sopraggiungere prima (molto prima) di iniziare un rapporto sessuale per paura di non riuscire a portarlo a termine. Di solito colpisce chi vive il sesso come un "esame" da cui aspettarsi un voto o come un atto "obbligatorio" per compiacere la partner. 

L'ansia da prestazione fa rima inoltre con idealizzazione: spesso si immagina che ogni incontro debba necessariamente essere una favola e nello sforzo di rendere tutto meraviglioso, si rischia di bloccarsi.

Fai la tua domanda ai nostri esperti

NELLA REALTA' NON ACCADE COME NEI FILM

Parti con il rivedere il tuo modo di concepire la sessualità: l’incontro intimo con una persona può cambiare di volta in volta ed è suscettibile di molte variabili.

Idealizza meno il sesso: ogni rapporto sessuale NON dev'essere un’esperienza memorabile e soprattutto smetti di pensare all’incontro con una donna come esclusivamente finalizzato al sesso.

Cerca di passare più tempo con la tua compagna dedicandoti ad attività piacevoli senza dover terminare quest’incontro con un incontro sessuale. 

CALMA, NON C'È FRETTA

Quando stai per iniziare non avere fretta. Molti uomini dimostrano di avere molta ansia di iniziare l’atto penetrativo, magari per paura di perdere l’erezione e di non riuscire a recuperarla, quindi penetrando è come se limitassero il problema.

Questo loro atteggiamento è molto sbagliato in quanto vedono l’incontro sessuale come una prova e si concentrano sull’arrivo piuttosto che sul viaggio. Inoltre pensando ossessivamente alla penetrazione si perde il piacere dell’incontro. L’incontro sessuale deve essere un piacere e non una prova da superare

CERVELLO, IL PRIMO ORGANO SESSUALE

In senso figurato, l'erezione parte dal cervello nel senso che, se è vero che è una conseguenza dell’eccitazione, è possibile eccitarsi soltanto se si fanno pensieri positivi.

Se ti auto-squalifichi o se pensi al problema di erezione come un problema insuperabile, che diventerà una costante che ti accompagnerà in ogni tentativo di rapporto sessuale futuro, sicuramente non potrai raggiungere il giusto coinvolgimento fisico ed emotivo durante un incontro con la tua compagna.

Per poter avere un’erezione devi prima di tutto devi credere tu stesso di poterla avere!

IL PIACERE STA ANCHE NELLE PICCOLE SENSAZIONI

Impara a godere. la maggior parte degli uomini che provano l'ansia da prestazione vivono l’incontro sessuale come una prova e pertanto non riescono a provare piacere.

In realtà l’intero rapporto sessuale, indipendentemente dall’erezione e dalla penetrazione, è un’esperienza capace di procurare estremo piacere. Impara a riconoscere tutte quelle sensazioni fisiche e psicologiche gradevoli presenti durante tutto l’incontro intimo con la vostra donna.

L'obiettivo è smettere di pensare che soltanto una penetrazione può portare sensazioni piacevoli.

COMUNICARE ANCHE IN QUEI MOMENTI

Chiacchierare e conversare: chi soffre di ansia da prestazione spesso parla poco o addirittura non parla affatto con la propria compagna. E invece durante l’incontro sessuale è estremamente importante la comunicazione, parlare mentre si fa l’amore migliora la relazione stessa, si inizia a capire che non c’è fretta, e che la cosa più importante non è la penetrazione: in questo modo si impara a far diventare l’esperienza prima di tutto un incontro e un rapporto tra due persone e poi un’unione sessuale.

Sesso, il mal di testa non è una scusa

5 domande imbarazzanti sul sesso

Sesso: le 8 fantasie erotiche più gettonate

Pubblica un commento