A A

4 cose che non sapevi sulla sessualità maschile

La sessualità maschile? Non è così diversa da quella femminile



0

di Serena Allevi

La sessualità maschile è poi tanto diversa da quella femminile? Pare proprio di no. Per decenni si sono elaborate teorie, partendo da preconcetti non del tutto corretti in quanto, appunto, viziati da stereotipi di genere. Infatti, studi recenti hanno confermato che il sesso dal punto di vista maschile non è tanto distante dall'universo femminile.

Per esempio, si è sempre creduto che l'uomo abbia di base un appetito sessuale più spiccato e vorace rispetto alla voglia femminile. Invece, non è così. La scienza ha scoperto che non c'è molta disparità tra "bisogno" di fare sesso dell'uomo e desiderio sessuale della donna. 

Così come il ruolo del testosterone è stato a lungo sopravvalutato sia per quanto riguarda il suo peso nel calo del desiderio femminile, sia per ciò che concerne concetti come la "virilità". 


Fai la tua domanda ai nostri esperti

ORGASMO MASCHILE

Molti sono anche i preconcetti che riguardano l'orgasmo maschile. Tra questi, è da sfatare la credenza che l'orgasmo maschile coincida sempre e solo con l'eiaculazione.

A volte l'eiaculazione nell'uomo può, infatti, verificarsi anche senza orgasmo. Questo è il caso, per esempio, di chi utilizza a lungo alcune tipologie di farmaci.

L'orgasmo maschile dura dai 6 ai 23 secondi e, dunque, è importante non interrompere all'improvviso e in maniera brusca il rapporto ai primi segnali che caratterizzano l'orgasmo del partner. 



IL PUNTO L

A essere sotto i riflettori è sempre il punto G della donna. Ma anche l'uomo ha una zona del piacere speciale: il punto L. Quest'area del corpo maschile coinciderebbe, secondo recenti studi, con il frenulo. 

Però, l'eccitazione e il piacere maschili sarebbero comunque ben più complessi della stimolazione di un punto specifico. Esattamente come accade per le donne, è importante continuare a "ricercare" e a esplorare le zone erogene del partner. Anche quelle più impensate (l'orecchio, per esempio). 

LE FANTASIE EROTICHE

Le fantasie al maschile sono importanti tanto quanto la ricerca del piacere prettamente fisica. Anche l'orgasmo dell'uomo parte dal cervello. E stimolare la fantasia del partner risulta, dunque, cruciale per avere un rapporto sessuale soddisfacente.

Per quanto riguarda il cosiddetto periodo "refrattario", invece, quello maschile segue regole un po' speciali e legate all'età. Infatti, la scienza ha dimostrato che chi ha meno di 30 anni può continuare a fare l'amore anche per tre minuti dopo l'eiaculazione.

In linea di massima, il periodo refrattario dura da qualche minuto a un'ora circa. 

CALO DEL DESIDERIO

Anche per gli uomini esiste il calo del desiderio. Infatti, da una recente indagine dell'Istituto di Sessuologia Clinica di Roma, il calo del desiderio maschile è addirittura triplicato nel corso dell'ultimo decennio. 

Addirittura, ben il 40% delle coppie consolidate non farebbero più l'amore. Ma perché il desiderio maschile cala? Secondo alcuni studi, la causa principale di questa condizione sarebbe il lavoro.

Una crisi lavorativa, unitamente allo stress, porterebbe nell'uomo un forte calo dell'autostima. E, di conseguenza, una minor voglia di fare l'amore

Il punto di vista femminile

I tipi di orgasmo femminile

I segreti dell'orgasmo femminile

Il Kamasutra che stimola il punto G

Pubblica un commento