A A

Piacere maschile: le zone erogene dell’uomo

Scopri i punti dove prova più piacere. Alcuni sono davvero inaspettati



0

di Serena Allevi

Le zone erogene dell'uomo sono, spesso, "ridotte" alla zona dei genitali. Ed effettivamente, la maggior parte di quelle che vengono chiamate zone erogene "primarie" si trovano nell'area genitale (pene, perineo, testicoli).

Ma forse non tutti sanno che esistono anche zone erogene, dette "secondarie", inaspettate. Tra queste, sono molto sensibili alle stimolazioni le braccia (in particolar modo, i gomiti e il palmo delle mani), il collo, l'orecchio e le zone del corpo più irsute (compresi la testa e i capelli). 

Dunque, il viaggio attraverso i piacere maschile assume un risvolto tutt'altro che banale e tutt'altro che prevedibile. 


Fai la tua domanda ai nostri esperti

LA TESTA

Prima ancora di intraprendere una "ricerca" erotica delle zone erogene maschili, i sessuologi consigliano di liberare dalle tensioni, dalle preocupazioni e dai pensieri, la zona erogena per eccellenza.

Stiamo parlando proprio del cervello, dove nascono sia il desiderio sessuale, sia la predisposizione a ricevere carezze e stimolazioni dalla partner.

Quindi, il primo passo perché si aprano le porte del piacere maschile, proprio come accade per le donne, è rilassarsi e trovarsi in un contesto privo di ansia e pressioni. 

I GENITALI

Tra le zone erogene maschili "primarie", troviamo l'area degli organi genitali. In particolar modo, sono molto sensibili alle stimolazioni (tattili e orali) il pene, il perineo e i testicoli.

In questo caso, però, diventa fondamentale il tipo di stimolazione e, in tal senso, gli esperti in sessuologia concordano sul fatto che non esista un unico modo per stimolare ed eccitare un uomo nella zona genitale.

Alcuni preferiscono tocchi delicati, altri stimolazioni più decise. Nel dubbio, meglio partire in modo soft per poter poi modulare la pressione a seconda delle reazioni e dei desideri del partner.

La notizia, comunque, è che il piacere maschile non è diverso da quello femminile come si credeva fino a non molto tempo fa. Anche l'uomo ha bisogno dei preliminari e anche gli uomini hanno voglia di dolcezza e di parole eccitanti. 

COLLO E CAPELLI

Tra le zone erogene secondarie, ma non per questo meno importanti, troviamo alcuni punti forse inaspettati. 

Infatti, ricerche e sondaggi hanno stabilito che l'uomo è molto sensibile, sessualmente parlando, alle stimolazioni delicate nelle zone più irsute del corpo: dal torace alla schiena, fino ad arrivare alla testa e alle carezze tra i capelli

Ma non sono da trascurare nemmeno la zona del basso ventre, dall'ombelico fino ai genitali, e quella del trapezio

LE MANI E I GOMITI

I preliminari, cruciali anche per l'uomo, possono passare dalle braccia e dalle mani. Anzi, forse si tratta di uno dei primi approcci più amati sia dalle donne, sia dagli uomini.

In particolar modo, l'eccitazione maschile può essere innescata da carezze sul palmo della mano e sul gomito, nell'incavo che si crea quando si piega il braccio.

Il tipo di pressione dipende dal singolo caso. Non tutti gli uomini, infatti, reagiscono allo stesso modo a questa tipologia di stimolazione

Dal corteggiamento al sesso più hot

Le parole giuste per conquistare un uomo

Come conquistare un uomo?

Il bondage che migliora l'intesa

Pubblica un commento