A A
hero image

I party tra amiche per parlare di sesso felice

Un'”ambasciatrice” è l’anima della festa. Le invitate possono raccontarsi, fare domande, conoscere tanti sex toys, prendersi cura del proprio piacere

Foto: iStock



2

Una volta si invitavano le amiche per una dimostrazione dei cosmetici Avon o, soprattutto oltreoceano, dei contenitori da frigo Tupperware. Sarà che di casalinghe disperate ne abbiamo abbastanza, sarà che il messaggio di Cyndi Lauper ha fatto presa (Girls just want to have fun), fatto sta che il vento è cambiato: davanti a tè e pasticcini si chiacchiera di sesso e si esaminano i sex toys più audaci. Varie case organizzano questi party: Valigia Rossa, Love Factory e Soft Paris, per esempio. In quest'ultimo caso, le "ambasciatrici" offrono anche consigli e informazioni sul benessere sessuale. Ilaria Grasso, psicologa romana 34enne che si sta specializzando in sessuologia, ci ha raccontato come funziona.

Come si svolgono questi “party”?

Di solito si organizzano a casa di un’ospite con le sue amiche e durano un paio d’ore; l’obiettivo è divertirsi e chiarire alcuni concetti sulla sessualità: è sorprendente scoprire che molte donne non conoscono nozioni di base, non sanno molto sul piacere, ignorano che cosa sia un orgasmo. Non facciamo vera e propria consulenza sessuale nei party. Quando ci sono richieste particolari, problemi specifici, di solito consigliamo di rivolgersi a un professionista.

Chi li ospita?

Donne di ogni età, con diversi background, più al nord che al centro e al sud d'Italia. Ne abbiamo organizzati anche in centri estetici e locali: in questo caso partecipano molte donne, ma di solito ne abbiamo da 4-6 a 14-15. In un anno e mezzo io, come ambasciatrice, ho partecipato a una quarantina di party. Per richiederne uno basta andare sul sito o contattarci su Facebook.


Il segreto per la riuscita?

Gli incontri più interessanti sono quelli con più generazioni. È molto bello il rapporto tra donne di età diverse, c’è un grande senso di sorellanza ed è più facile aprirsi. Di solito, comunque, ai party ci sono gruppi di amiche che parlano liberamente, a volte emergono particolari molto intimi. Se tra le invitate noto persone molto timide tendo a non insistere, ma faccio attenzione a metterle a loro agio, cerco di capire che cosa le blocca. Alla fine è sempre previsto un momento in cui l’ambasciatrice parla a tu per tu con ciascuna partecipante, che può così chiedere ciò che vuole e acquistare i prodotti in tutta privatezza.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Sesso: le 8 fantasie erotiche più gettonate

Sesso: giovani donne poco informate

Pubblica un commento