A A
hero image

Sesso: come dire “no” al partner

A letto uomini e donne hanno tempi ed esigenze diversi. Scopri come creare un dialogo sereno

credits: iStock



0

di Barbara Gabbrielli

«Amore, stasera proprio no», gli sussurri mentre il corpo parla un linguaggio altrettanto chiaro: le tue labbra che sfuggono alle sue, le tue mani che lo bloccano mentre cerca di spogliarti e che provano a trasformare il suo desiderio in un abbraccio tranquillizzante. 

Anche alle coppie più affiatate capita di non avere le stesse intenzioni in fatto di sesso. Ed è normale che chi viene rifiutato ci possa rimanere male. Peccato che gli uomini ne facciano una vera tragedia.

Spesso il loro malumore si percepisce immediatamente. Offesi, feriti nell’orgoglio, molti diventano pressanti, insistenti, oppure giocano la carta del senso di colpa. Così, si girano dall’altra parte, si alzano e vanno alla tv. E anche il giorno dopo lanciano battutine acide e sguardi rancorosi.

Ma perché se una sera non hai voglia di fare l’amore, lui se la prende così tanto da compromettere la serenità del rapporto? Perché un tuo rifiuto, seppur sporadico, cambia il clima familiare?


 LE RAGIONI DI LUI

«La motivazione che fa scattare il desiderio sessuale in un uomo è sempre fisica, è una pulsione. Gli aspetti emotivi non sono predominanti, come invece accade per le donne», ci spiega Monica Morganti, psicoterapeuta e autrice di E tu che uomo sei? Viaggio attraverso gli archetipi della psicologia maschile (Franco Angeli, 17,50 €).

«In pratica l’uomo si rivolge al sesso come fa con il cibo e l’acqua quando ha fame o sete». Un tuo rifiuto, dunque, provoca nel partner una profonda frustrazione, come se tu gli stessi negando un suo diritto. «L’uomo, in queste situazioni, si sente sminuito perché l’atto sessuale è l’affermazione del suo essere maschio.

È così da sempre. Ne consegue che la donna deve essere sempre disponibile», prosegue l’esperta. «Non è un caso che anche gli uomini più aperti e sensibili fatichino ad accettare l’idea che il sesso è bello solo se si decide insieme di farlo». 


COME FARE

Il primo passo lo devi fare tu, liberandoti dai sensi di colpa che inevitabilmente il partner con il suo atteggiamento cercherà di addossarti. «Il sesso è una scelta libera», afferma la psicoterapeuta. «Proprio come rispondi sinceramente a una qualsiasi offerta, tipo “Ti va un gelato?”, così devi fare con il rapporto sessuale».

Fagli capire, quindi, che la modalità ricattatoria con te non funziona. Però, c’è modo e modo di dirgli che proprio non ti va. «Un uomo deve essere rassicurato e tu devi trovare un modo per abbassare il livello della sua frustrazione», consiglia Morganti. «Qualche frase carina aiuta. Tipo: “Ti amo tanto e ti desidero, ma purtroppo oggi sono molto stanca...”.

E anche le promesse funzionano: “Vedrai che domani sarò più in forma”, oppure: “Non vedo l’ora che arrivi il weekend per dedicarti un po’ di tempo”. Infine, lavora sulla sua consapevolezza.

«Uomini e donne, in fatto di sesso, hanno tempi ed esigenze diversi. Instaura con il tuo lui un dialogo onesto parlando della vostra intimità anche fuori dal letto», dice la psicoterapeuta. «Così avrai l’occasione di fargli capire che alcune volte sei sempre molto stanca, altre invece...».


Fai la tua domanda ai nostri esperti


Articolo pubblicato sul n. 18 di Starbene in edicola dal 19/04/2016

Leggi anche

Sesso, il mal di testa non è una scusa

Crisi di coppia? Cucinate insieme

Coppie bianche: oggi sono in aumento

Sesso: le 8 fantasie erotiche più gettonate

Sesso in menopausa: 5 cose da sapere

Pubblica un commento