A A

I consigli per superare le difficoltà della vita di coppia

Perché si arriva alla crisi e come superarla? Non è facile, ma ‘volere è potere’, specialmente se si impara a dialogare e si dimostra all’altro di esserci nel rapporto



0

di Paola Toia

SOS: crisi di coppia

Quando una coppia è in crisi, lo si capisce facilmente: risposte stizzite, assenza di comunicazione, litigi per le cose più futili e un continuo aggiungersi di problemi. Questi sono solo alcuni dei segnali che dimostrano che c’è maretta fra i due partner e per risolvere la situazione, prima che diventi insormontabile, è necessario confrontarsi e arrivare a un punto di incontro senza esaspezione, ma cercando di individuare l’origine del problema.

Quando si parla esattamente di crisi di coppia? Quando si vive un malessere che dura nel tempo e, nonostante il desiderio di cambiamento, i tentativi di superare il disagio non hanno dato esito positivo, ma addirittura si sono trasformati in dinamiche ripetitive che alimentano il problema anziché risolverlo.

Fai la tua domanda ai nostri esperti!

CAPIRE COSA SUCCEDE

Prima di agire e trovare una soluzione, è necessario capire esattamente quale sia la causa della crisi per lavorare su se stessi e sul rapporto di coppia, a meno che si voglia scrivere la parola fine.

In base alle circostanze, ovviamente, poi si agirà in modo diverso, ricorrendo - ove necessario -anche all’aiuto di un esperto.

Possibili fattori di crisi?

- Problemi intimi (sessualità femminile e maschile)
- Dubbi sull’innamoramento
- Tradimento
- Gelosia
- Solitudine
- Emozioni negative (rabbia, tristezza, odio…)
- Eventi problematici (malattie, crisi lavorative, lutti…)
- Difficoltà nella comunicazione
- Confronto (poco costruttivo) con altre coppie più felici (almeno in apparenza)
- Parenti invadenti

COSA FARE?

Considerando le diverse ragioni per cui un rapporto non procede a gonfie vele, una primeggia su tutte: la scelta di non amarsi, riducendo la relazione – nel corso del tempo (dopo la fase iniziale di innamoramento) – a una conta delle proprie azioni.

Quando si ama, invece, si é spontanei e gratuiti, senza chiedere nulla in cambio: infatti amare vuol dire dare senza chiedere, esserci senza guadagnarci, resistere quando tutti sono contro. Una volta assodato questo principio, unico e incondizionato, si può procedere a lavorare insieme su ciò che turba il rapporto sia come individui singoli sia come partner.

Quali sono i segnali per l’affinità di coppia?

LA CRISI NON È UN FALLIMENTO

La parte più difficile del rapporto di coppia è quella di non seguire solo il fuoco della passione iniziale, ma di creare un amore profondo che duri nel tempo, alimentando la fiducia reciproca, ascoltandosi e mettendosi nei panni del partner.

I litigi iniziano quando ormai non ci si parla più e quelle poche volte che si cerca il confronto si finisce per urlare e per aumentare la tensione, magari dicendosi cose cattive solo per ferire l’altro. Ci si allontana sempre più in questo modo, aumentando il risentimento, la sfiducia e la rabbia. Si finisce con l’odiare l’altro e ci si chiude in se stessi in un vortice solitario che non porta a nulla di buono.

E’ bene non dimenticare che non esiste l’incompatibilità di carattere, ma l’incompatibilità di azioni: sono le azioni che disturbano e creano dolori  e sono sempre le medesime che guariscono le ferite.

Da una crisi si può risorgere - proprio come una fenice rinasce dalle proprie ceneri più bella e forte - più consapevoli e vogliosi di stare insieme.


PICCOLE AZIONI PER STARE BENE

Cosa fare per andare incontro al proprio partner e contribuire a trovare una soluzione?
- Non ostacolare le idee del compagno, ma capirne le motivazioni, dialogando e confrontandosi, senza schiacciare l’altro;
- essere coerenti e leali;
- riconoscere i propri errori e chiedere scusa;
- oltre a scusarsi, agire;
- dimostrare all’altro di tornare a fidarsi;
- imparare a perdonare;
- rinunciare alla perfezione che non esiste;
- far prevalere il ‘noi’ sull’’io’ con la complicità e la voglia di darsi all’altro;
- alimentare la passione, non dandosi per scontati, creando intimità nel rapporto;
- impegnandosi veramente verso l’altro: è necessario assumersi le proprie responsabilità, senza trovare scappatole e non deludere il partner, cercando di mantenere in qualsiasi situazione un comportamento adeguato, che garantisca condizioni di equilibrio emotivo e stabilità nella coppia.

La ricetta per una storia d’amore duratura

Leggi anche

Crisi di coppia: i campanelli d'allarme

Sarcasmo, il disprezzo che fa male alla coppia

Vita di coppia: come renderla più felice

Pubblica un commento