A A

Esiste l’amore a prima vista?

L’amore è un sentimento che si coltiva nel tempo: come può esistere l’amore a prima vista?



0

La capacità di amare è un fattore biologico, ovvero un elemento inscritto nel DNA dell’uomo in quanto presente in tutte le culture e le forme di comportamento umano esistenti sulla Terra. In particolare, l'amore testimonia la volontà dei partner di condividere il cammino di vita, una lunga distanza costruita giorno dopo giorno tramite la conoscenza e l’accettazione reciproca.

Proprio l’impegno e la costanza che richiede la coltivazione del sentimento amoroso, porta spesso ad una domanda spontanea: l’amore a prima vista esiste? E può generare storie a lungo termine?

La scienza ha risposto sì! Negli ultimi anni infatti, grazie alla possibilità di osservare il cervello in azione, i ricercatori hanno arricchito esponenzialmente la conoscenza biologica dei meccanismi celati dietro il sentimento amoroso. Gli scienziati hanno così dimostrato che, quando una persona si innamora, l’azione congiunta di una dozzina di diverse parti del cervello attiva il rilascio di sostanze chimiche (come la dopamina, l’ossitocina, l’adrenalina e la vasopressina) responsabili di sensazioni come l’euforia, l’attaccamento e l’eccitazione.

In particolare, l'amore appassionato (quello cioè caratteristico delle prime fasi di un rapporto) è legato al circuito di ricompensa del cervello, la stessa zona che viene attivata a seguito dell’assunzione di cocaina: il desiderio e la mancanza tipici della passione amorosa hanno infatti molto in comune con la dipendenza che si sviluppa nei confronti delle sostanze stupefacenti.

Solitamente però, alla forma sentimentale più intensa segue una forma di attaccamento più equilibrata, caratterizzata da una chimica leggermente diversa che rimane però ancora fortemente legata ai centri cerebrali deputati al piacere. Biologicamente parlando insomma, l’amore è rilevabile nei casi in cui una persona diventi chimicamente gratificante per il cervello di un’altra!

Ecco perché l’amore a prima vista risulta duraturo solo a patto che il meccanismo cerebrale di “attaccamento a lungo termine” venga attivato in modo rapido! Tra le prove scientifiche che dimostrano l’esistenza del colpo di fulmine poi, rientra il fatto che le persone sarebbero in grado di decidere quanto attraente trovano un'altra persona nel giro di una frazione di secondo.

Un’altra evidenza in favore dell’amore a prima vista arriva dal lavoro condotto da Ayala Malack-Pines, psicologa presso la Ben-Gurion University, la quale ha compilato un sondaggio che illustra come una piccola parte (circa l’11%) di coloro che sono coinvolti in relazioni a lungo termine, abbiano iniziato la loro storia d’amore a seguito di un vero e proprio colpo di fulmine.

In altre parole quindi (nonostante il colpo di fulmine non sia così comune), l’impressione iniziale favorevole non solo può scatenare l’amore a prima vista, ma persino costituire una base sentimentale solida per la crescita di un legame duraturo.

Leggi anche

Amore: vince chi fugge o chi resta?

L'amore porta il bebè

5 modi per innamorarsi via smartphone

Conquista con lo sguardo

Riaccendi lo sguardo

Occhiali da vista per fare colpo

Il benessere quotidiano parte dagli occhi

Pubblica un commento