A A
hero image

Sinusite: i rimedi orientali

Secondo la medicina cinese, questa infiammazione dei seni paranasali può avere radici profonde. Ecco come liberarsene

credits: istock



0

di Rossana Cavaglieri

Arriva il freddo e la tua sinusite si risveglia. Soffri di dolori pulsanti alla fronte e attorno agli occhi, mal di testa, gonfiore al viso, secrezioni maleodoranti. L’infiammazione delle mucose che rivestono i seni paranasali può avere molte cause: tra le altre riniti allergiche, infezioni delle vie respiratorie trascurate.

«Ma, soprattutto quando è ricorrente, può avere anche radici più profonde che puoi indagare con l’aiuto della medicina tradizionale cinese», osserva Ottavio Iommelli, agopuntore e responsabile dell’Ambulatorio di medicina integrata all’Ospedale san Paolo di Napoli.

Il naso, infatti, è un organo importante per le terapie che vengono dall’Oriente, che considerano gli odori un aspetto fondamentale della memoria arcaica, il cervello più antico che orientava i nostri progenitori nella sopravvivenza. 


UN DISTURBO DIFFUSO TRA LE PERFEZIONISTE

«Le sinusiti croniche e i disturbi della respirazione sono tipici delle persone che appartengono all’elemento Metallo», continua l’esperto. «Caratterialmente sono meticolose, precise e fredde, con la mente piena di pensieri e progetti. Se però non riescono a realizzarli, l’energia si blocca nella testa, ed ecco i ristagni di muco che causano questo disturbo». 

Non solo, quando l’olfatto funziona male, come accade nella sinusite, perdi “il fiuto”, cioè la possibilità di percepire pericoli e opportunità, ed ecco perché tendi a chiuderti in te stessa e diventi timorosa nell’affrontare la realtà. «Una situazione che può spingere fino alla tristezza e alla depressione», commenta Iommelli.


RITROVA IL TUO BENESSERE COSÌ

Liberare il naso con i rimedi dolci che ti suggeriamo (vediqui di seguito) darà impulso a una respirazione corretta, e l’energia dell’ossigenazione ti farà sentire anche più sicura di te e pronta a realizzare le tue idee.

Un consiglio. Regalati almeno una volta alla settimana una passeggiata nei boschi, ideali quelli di conifere come pini e cipressi, per le foglie ad ago ricche di benefici effluvi.

Secondo il Qi Gong arboreo, una disciplina che si pratica in Cina, questi alberi sono perfetti per rivitalizzare i polmoni. Scegline uno e appoggiati con la schiena al tronco, massaggiandola come fanno gli orsi mentre respiri a fondo.


CURATI CON EUCALIPTO ED ECHINACEA

> Per disinfettare e respirare meglio - Usa l’olio essenziale di eucalipto, che ha proprietà antibatteriche e balsamiche. Tienilo a portata di mano e mettine qualche goccia sul fazzoletto da inalare di tanto in tanto. Mattina e sera fai dei massaggi sul petto con 5 gocce di questa essenza, diluite in un cucchiaio di olio di mandorle dolci. 

> Per rinforzare le difese - Se con la stagione fredda raffreddori e sinusiti peggiorano, fai una cura di due mesi con l’estratto secco di echinacea. Prendi una capsula due volte al giorno come prevenzione, aumentando a tre in fase acuta. Questa pianta ti aiuta a combattere efficacemente tutte le infiammazioni delle vie respiratorie.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n.41 di Starbene in edicola dal 27/09/2016

Leggi anche

Sinusite: i sintomi e le cure

Emicrania: curarla senza farmaci

Occhi rossi: le cause psicologiche

Mali di stagione: sintomi, cure e rimedi naturali

Raffreddore: le cure tra verità e falsi miti

Pubblica un commento