A A

Postura: un test per valutarla

Un buon portamento tiene alla larga dolori lombari e cervicali, e migliora anche l’autostima. Scopri come correggere eventuali errori



0

di Ida Macchi

Una buona postura: è la medicina a costo zero per tenere alla larga mal di schiena e dolori alla cervicale. Ma non solo, rinforza l’autostima ed è addirittura un antidoto contro i cali d’umore.

Lo dimostrano alcuni studi effettuati da un team della Marshall University, in California: con un portamento corretto, affermano i ricercatori, riacquisti un modo di camminare “vitale” che ti fa sentire più sicura e ti permette di interloquire con maggior determinazione con chi hai davanti.

Per sapere se il tuo è ok, effettua questo test, messo a punto con la dottoressa Sonia Manfredi, fisioterapista, specializzata in rieducazione posturale con il metodo Bertelè. Troverai anche tanti consigli ad hoc per correggere gli eventuali errori.

Fai la tua domanda ai nostri esperti

1 APPOGGIA LA SCHIENA A UNA PARETE, CON LE GINOCCHIA FLESSE E I PIEDI PARALLELI ALLA STESSA LARGHEZZA DELLE SPALLE. RIESCI A FAR ADERIRE

a) nuca, scapole e osso sacro
b) solo le scapole e il sacro
c) nessuna delle tre zone 2


2 METTITI DAVANTI A UNO SPECCHIO IN POSIZIONE ERETTA, CON I PIEDI UNITI E LE BRACCIA LUNGO IL CORPO. CONTROLLA LE SPALLE

a) sono alla stessa altezza
b) una spalla è più su
c) sono entrambe sollevate e si avvicinano alle orecchie

3 ORA OSSERVA ALLO SPECCHIO LA POSIZIONE DELLE BRACCIA

a) la distanza tra il braccio destro e l’anca destra è uguale a quella tra il braccio sinistro e l’anca sinistra
b) c’è una lieve differenza tra gli spazi di destra e quelli di sinistra
c) un braccio è aderente al fianco, mentre dall’altro lato c’è una notevole distanza trafianco e braccio


4 DA ULTIMO PASSA A CONTROLLARE LA POSIZIONE DELLE GINOCCHIA

a) sono entrambe orientate in avanti
b) un ginocchio è più ruotato verso l’interno,rispetto all’altro
c) tutte due le ginocchia sono rivolte verso l’interno

5 QUANDO STAI A LUNGO SEDUTA ALLA SCRIVANIA, O A TAVOLA

a) tieni i piedi ben poggiati a terra e fai aderire i glutei al sedile, tanto che percepisci le ossa sottostanti (le tuberosità ischiatiche)
b) accavalli spesso le gambe
c) tendi a scivolare in avanti: ti siedi vicino al bordo della sedia e appoggi solo le scapole allo schienale


6 IN MEDIA QUANTE ORE DORMI PER NOTTE?

a) 8 ore o più
b) tra 6 e 7
c) meno di 6

7 QUANDO LAVORI ALLA SCRIVANIA, IN GENERE TI ALZI

a) ogni ora
b) ogni due – tre ore
c) resti seduta anche 5 ore di fila


8 IN POSIZIONE ERETTA, CON I PIEDI UNITI E LE GINOCCHIA TESE, FLETTI LA SCHIENA IN AVANTI LASCIANDO CADERE IL CAPO E LE BRACCIA

a) tocchi per terra con le mani e non accusi né tensioni né dolori
b) arrivi con le mani a meno di 10 centimetri dal pavimento
c) porti le mani poco sotto le ginocchia

9 QUANDO SEI ALLA GUIDA DELLA TUA AUTO 

a) tieni le mani sul volante con i gomiti leggermente flessi e lo schienale a 90°
b) hai le braccia tese e lo schienale inclinato all’indietro
c) pieghi molto le braccia, perché tendi ad avvicinare il sedile al volante


10 QUANDO CAMMINI PER STRADA 

a) fai oscillare le braccia in sincronia con i passi e tieni il busto eretto
b) non fai oscillare le braccia o lo fai molto poco, mantieni la schiena dritta
c) non muovi le braccia e sei tutta proiettata in avanti

MAGGIORANZA DI A: PROMOSSA - ma non trascurare l’attività fisica

Hai una buona postura e questo ti protegge da tensioni muscolari e dolori al dorso, perché non stressi in modo asimmetrico la schiena e le articolazioni. Per mantenere un buon tono muscolare senza inutili stress, cammina.

Fallo però in modo corretto: indossa scarpe da walking (con le suole non troppe alte e tomaia ben avvolgente) e appoggia al terreno prima il tallone in modo deciso, poi la pianta e infine la punta. Questa “rullata” ti dà la giusta spinta e rende l’andatura fluida ed elastica. 

Attenzione anche alle braccia: lasciale oscillare con movimenti ampi e coordinati con quelli delle gambe. E ancora: tieni busto e testa eretti (ma non rigidi) e lo sguardo puntato avanti.

MAGGIORANZA DI B: RIMANDATA - devi abbandonare alcune abitudini

Probabilmente hai delle tensioni muscolari, dovute a movimenti sbagliati. Per questo evita di guardare a televisione stando sdraiata sul divano sempre sullo stesso lato, ma non sprofondarti neppure in poltrona e appoggia invece il dorso allo schienale.

Quando lavori al pc regola l’altezza del video e quello della sedia in modo che lo sguardo cada sul bordo superiore dello schermo, tieni i piedi ben poggiati a terra e le gambe piegate a 90° e quando digiti tieni gli avambracci appoggiati al piano di lavoro.

Se telefoni, evita di tenere la testa reclinata a lungo su un lato, tieni il ricevitore con la mano e non con la spalla e cambia spesso orecchio. Alzati ogni 1- 2 ore e muovi qualche passo.

Iscriviti a un corso di stretching o di tai chi, l’antica arte marziale cinese: migliorano la tua percezione corporea, il lavoro articolare e l’equilibrio, prerequisiti fondamentali per mantenere una buona postura.

MAGGIORANZA DI C: BOCCIATA - hai bisogno di rimetterti “in riga”

Non hai una buona postura e non è escluso che tu abbia già avuto disturbi lombari o cervicali. Rivolgiti ad un fisiatra o a un fisioterapista: può consigliarti un corso di rieducazione posturale. 

Per iniziare, la sera, quando rientri a casa, concediti un bagno con acqua calda e sale, rimanendo immersa per almeno 20 minuti, in modo da facilitare il rilassamento muscolare.

Poi, legati le caviglie con una sciarpa e sdraiati a terra sulla schiena, con le braccia aperte a 90°: inspira ed espira a bocca aperta, nel modo più naturale possibile, senza forzare, rimanendo in questa posizione per almeno 20 minuti.

Se fai fatica a tenere la testa poggiata a terra e senti tensioni al collo, metti un libro sottile sotto la nuca. No, invece, a un cuscino. In questa posizione, i muscoli tendono a rilassarsi naturalmente, mentre la schiena ritrova il suo allineamento naturale.

Articolo pubblicato sul n.41 di Starbene in edicola dal 27/09/2016

Leggi anche

Mal di schiena: come evitarlo

Smartphone: ragazzi e bambini a rischio gobba

Mal di collo: quali esercizi?

Ginnastica posturale, gli esercizi giusti

Camminare dritto, la ricetta del buonumore

Pubblica un commento