A A

Perché mi viene sempre l’herpes?

Secondo la medicina cinese la febbre sul labbro affiora quando sei confusa o non vivi fino in fondo le passioni



di Rossana Cavaglieri

Per quattro persone su dieci l’infezione da herpes labiale (o Herpes Simplex Virus HPV-1) è un disturbo ricorrente, favorito dalle lunghe esposizioni al sole, dall’avvicinarsi del ciclo o da un forte affaticamento fisico. «La medicina ufficiale chiama in causa l’abbassamento delle difese immunitarie che spiana la strada ai virus erpetici, particolarmente aggressivi», spiega Carlo di Stanislao, dermatologo e agopuntore.

Per la medicina cinese è la conseguenza di uno squilibrio energetico che indebolisce i meridiani di vescica biliare e milza-pancreas, gli organi collegati a questa area del viso. «Un deficit provocato da preoccupazioni, confusione e mancanza di un orientamento nella vita che dà il via libera all’attacco dei virus», continua l’esperto. Non è un caso che l’herpes labiale colpisca soprattutto i giovani alle prese con precarietà e indecisioni, e che poi in genere sparisca nell’età matura.

Secondo la medicina psicosomatica la “febbre intorno alle labbra” attacca una delle aree più sensibili del corpo, fortemente legata alla sessualità, come segno di una passione che non riesci a vivere fino in fondo. Allora l’emozione negata si sfoga sulla pelle, deturpandoti il viso (la carta d’identità con cui ti presenti al prossimo) e costringendoti, attraverso sintomi fastidiosi come bruciore, prurito e dolore, a prendertene cura.

Come prevenirlo
Se soffri di herpes prova a seguire il motto degli antichi maestri taoisti, wu wei, che significa lascia correre, non trattenere pensieri ed emozioni, fai affiorare liberamente i tuoi desideri più profondi. Questo atteggiamento ti aiuterà a vivere con più serenità e a fare scelte consapevoli. È importante anche quello che mangi: evita i cibi che creano “calore e umidità”, le condizioni che predispongono all’herpes, come latticini, fritti, grassi. Abbonda invece con verdure e pesce che “rinfrescano” l’organismo.

Quattro rimedi dolci
1 Per accelerare la guarigione: applica qualche goccia di tea tree oil direttamente sulle vescicole,diverse volte al giorno per almeno una settimana.
2 Per prevenire le ricadute prendi 15 gocce di estratto fluido di genziana. Dopo i pasti, diluite in un po’ d’acqua, per due-tre mesi.
3 Se l’herpes invade anche la zona del naso per una sovrainfezione batterica, abbina alla genziana l’estratto fluido di bardana (15 gocce dopo i pasti diluite in acqua). Ricerche recenti hanno dimostrato che quest’erba contiene principi simili agli antibiotici, con poteri cicatrizzanti e antinfiammatori.
4 Per far seccare prima le crosticine puoi ricorrere all’agopuntura. Basteranno due sedute successive, in cui l’agopuntore tratterà con gli aghi due punti ai lati del collo.

Articolo pubblicato sul numero 23 di Starbene del 26/05/2015 ora in edicola

Leggi anche

Sclerodermia: che cos’è e come si cura

Presbiopia: la ginnastica che la rallenta

Meningite: cosa prevede il nuovo piano vaccini

Sindrome premestruale: come combatterla con la pillola

Il nuovo peeling che elimina l’acne

Siti d’incontro: c’è una guida che ti aiuta

Melatonina: mini guida alla scelta

Dolori articolari? Prova a dimagrire

Mese del cuore, chek up gratuiti contro i rischi cardiovascolari

Lividi: gli impacchi antigonfiore