hero image

Sintomi e cure del morbo di Crohn

Si manifesta con gonfiore addominale, episodi di diarrea e calo di peso per malassorbimento dei nutrienti. Scopri le terapie disponibili

credits. iStock



Risponde il professor Massimo Campieri, esponsabile del centro per le malattie infiammatorie croniche intestinali del Policlinico Sant'Orsola di Bologna

Che cos'è

Di recente le foto e le testimonianze di Elena Zulato, la “miss” affetta dal morbo di Chron, hanno richiamato l’attenzione su questa malattia. Si tratta di una infiammazione cronica dell’intestino che provoca ripetuti episodi di diarrea, calo di peso per cattiva assimilazione dei nutrienti, gonfiore addominale e fitte nella zona nferiore di sinistra della pancia (corrispondente all’ileo-cieco). Talvolta è presente anche un transitorio rialzo febbrile.

Come si cura

La terapia tradizionale comprende l’associazione di diversi farmaci: cortisonici, mesalazina, immunosoppressori e, se necessario, cicli di 10-15 giorni di antibiotici. Più recente è l’introduzione di farmaci biologici a bersaglio molecolare, denominati “inibitori del TNF alfa”. Ovviamente spetta al gastroenterologo decidere la strategia terapeutica più appropriata in base ai sintomi (che oggi possono essere tenuti sotto controllo), allo stadio e all’evoluzione della malattia. 


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 19 di Starbene in edicola dal 25/04/2017

Leggi anche

Morbo di Crohn: le terapie biologiche

Colon irritabile: cause e rimedi

Colon irritabile e sensibilità al glutine

Celiachia, la ricerca fa passi in avanti